Faenza: una mostra dedicata a Germano Sartelli

Faenza: una mostra dedicata a Germano Sartelli

FAENZA - E' dedicata a Germano Sartelli, artista imolese fra i più interessanti del panorama italiano ed internazionale, la mostra inaugurata nella sede di Banca di Romagna, per un nuovo capitolo della formula che porta l'arte a contatto con il pubblico in uno spazio non consueto.

Pietro Baccarini e Francesco Pinoni presidente e direttore di Banca di Romagna, il sindaco Claudio Casadio, e la critica d'arte Claudia Casali hanno introdotto la mostra.

"Banca di Romagna - ha detto il presidente Pietro Baccarini - dà continuità alla sua dimensione di "Banca per l'arte e la cultura" offrendo alla cittadinanza un' esposizione ricca di riflessioni e di stimoli".

 

La mostra "Germano Sartelli: de rerum natura", ha spiegato la curatrice Claudia Casali "delinea gli ultimi 20 anni della continua ricerca sulla natura dell'artista in un rapporto che si traduce nella poesia e leggerezza del tratto e in un linguaggio sempre nuovo delle sue opere, realizzate con materiali "inconsueti" che fanno rivivere ciò che è stato corroso dal tempo".

 

Germano Sartelli è un grande artista contemporaneo con un' importante carriera alle spalle ed una voglia di futuro che, ad 84 anni, lo proietta a nuovi progetti.

Frutto della sua sensibilità e creatività, come ha rivelato il direttore di Banca di Romagna, Francesco Pinoni assieme al sindaco Claudio Casadio è l'installazione che sarà collocata al centro della rotonda di fronte alla ex Omsa. L'opera, che arricchirà l'arredo urbano, sarà una meravigliosa porta di ingresso alla città.

Il progetto, coordinato dall' Assessorato politiche Territoriali del Comune di Faenza, seguito nell' allestimento dal Settore Territorio e Settore Lavori Pubblici, prevede la realizzazione di una grande installazione, dal titolo "Foresta", in tubi di ferro circa 9-10 metri con elementi in ceramica color cotto.

 

"La volontà di fare qualcosa per la città- ha sottolineato il direttore Francesco Pinoni - ha riunito in poco tempo le forze imprenditoriali che hanno  condiviso l'idea".

Accanto a Banca di Romagna, saranno Confartigianato, con i propri ceramisti associati,  Biemmepi Assicurazioni, FV Fabio Visani carpenteria metallica, Imm Gest Costruzioni immobiliari e Molino Spadoni. I calcoli strutturali sono dell'ingegner Duilio Piroddi.

L'installazione andrà ad aggiungersi alle due  opere di Germano Sartelli già presenti in città: l'altare della Chiesa di S. Lazzaro ed un pilastro votivo nel quartiere Borgo. In attesa della nuova installazione, si potranno ammirare i quadri e le sculture inserite nella mostra coinvolgente e affascinante, pieno di poesia, che sarà visitabile fino a venerdì 15 gennaio 2010 nella sede della Banca di Romagna in corso Garibaldi 1, dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 13 e dalle 15 alle 16 con ingresso libero. A disposizione, sino ad esaurimento, il catalogo realizzato, secondo una scelta ecologica ed innovativa, in carta di cotone.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -