Faenza, via al secondo Rally di Romagna in Mountain Bike

Faenza, via al secondo Rally di Romagna in Mountain Bike

Faenza, via al secondo Rally di Romagna in Mountain Bike

FAENZA - Appuntamento dall'8 al 13 maggio sui sentieri appenninci dei Comuni di Riolo Terme, Casola Valsenio, Brisighella, Modigliana, Tredozio, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Borgo Tossignano e Castel del Rio. Sessanta i partecipanti, provenienti da nove Nazioni.  Gyproc Saint-Gobain main sponsor d'eccezione. Sessanta bikers sono pronti a mettersi alla prova in una delle competizioni di mountain bike più belle, suggestive e massacranti dell'Italia.

 

Scatta domenica prossima, 8 maggio, la seconda edizione del Rally di Romagna in Mtb, che dopo il successo registrato all'esordio cerca una conferma definitiva. Nove i Comuni dell'Appennino Tosco Romagnolo che saranno toccati dalla corsa a tappe: Riolo Terme, Brisighella, Casola Valsenio, Modigliana, Tredozio, Palazzuolo sul Senio, Marradi, Castel del Rio e Borgo Tossignano. In sostanza saranno coinvolte due Regioni (Emilia-Romagna e Toscana) e quattro le Province (Ravenna, Forlì-Cesena, Bologna, Firenze).

 

Fra i sessanta iscritti naturalmente dominano gli italiani, ma si daranno battaglia per la vittoria finale anche forti atleti provenienti da Portogallo, Australia, Usa, Germania, Francia, Ungheria, Inghilterra e Austria. Che il Rally di Romagna stia già riscuotendo molto interesse, lo dimostra il fatto che è arrivata in qualità di main sponsor la Gyproc Saint-Gobain, azienda leader nel mercato dei sistemi a secco e intonaci a base gesso. Per Gyproc Saint-Gobain questa sponsorizzazione rappresenta un'opportunità unica per rafforzare la propria immagine sul territorio e valorizzare il connubio tra realtà produttiva e realtà locale, nel rispetto della natura e dell'ambiente.

 

Fra l'altro quest'anno Gyproc Saint-Gobain sarà anche sponsor della maglia Rosso Passione al Giro d'Italia, il prestigioso riconoscimento che designa il leader della classifica a punti, a conferma del forte legame con il mondo dello sport e i suoi valori. I partecipanti al Rally di Romagna saranno chiamati a percorrere 390 km, per un dislivello totale di 15mila metri. Una gara estrema, con tappe che attraverseranno luoghi di grande bellezza naturale, come il Parco della Vena del Gesso Romagnola e il Parco delle Foreste Casentinesi.

 

Si partirà domenica 8 maggio alle 15 a Riolo Terme, con un prologo nel centro storico e nel Parco delle Terme. Lunedì 9 si inizierà a pedalare sul serio, con la prima tappa di 75 km da Brisighella a Tredozio. Martedì 10 la seconda tappa sarà molto impegnativa e potrebbe già essere decisiva ai fini della classifica: 65 km di sentieri duri da Tredozio a Palazzuolo sul Senio. Mercoledì 11 la terza tappa sarà lunga ben 110 km, da Palazzuolo sul Senio a Riolo Terme, ma meno impegnativa delle precedenti.

 

Dopo la penultima tappa di 78 km, in programma giovedì 12 fra Riolo Terme e Borgo Tossignano, il Rally si concluderà venerdì 13 maggio con la tappa finale di 40 km fra Riolo Terme, Borgo Rivola e Fognano. Particolarmente suggestivo, in quest'ultima giornata, sarà il transito nella Cava di gesso di Monto Tondo, di proprietà della Gyproc Saint-Gobain. Fra gli eventi collaterali, domenica 8 maggio a Riolo Terme sono in programma un raduno di mountain bike vintage e l'inaugurazione di un museo della mountain bike. E per gli amanti del super enduro, appuntamento domenica 15 maggio a Palazzuolo sul Senio per una prova di campionato Formula Sprint».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -