Faenza, visite guidate alla scoperta della storia della città

Faenza, visite guidate alla scoperta della storia della città

FAENZA - Le visite guidate della Pro Loco Faenza alla scoperta dell'arte e della storia della città, proseguono sabato 13 novembre prossimo con un itinerario che vuole sottolineare la presenza significativa di una grande mistica medioevale, Rosanese dei Negusanti - Umiltà da Faenza, che ha lasciato nel corso dei secoli un'impronta importante anche per la comunità monastica da lei fondata a Faenza nel 1266.

 

Nulla è rimasto della primitiva chiesa, Santa Maria Novella della Malta, e dell'annesso monastero, abbattuti dai faentini per non offrire un luogo di rifugio al Duca Valentino che si apprestava ad assediare la città. Bellissima, invece, ancor oggi, la chiesa riedificata nel Settecento nel "loco di Santa Perpetua", in via Pascoli, che le sue monache avevano abitato fin dai primi anni del Cinquecento.

 

Adibita attualmente ad "Auditorium" del locale Liceo, la chiesa ha una struttura ovoidale, con pareti tutte mosse e pregevolissimi stucchi dorati, gli unici rimasti integri nella nostra città. Di qui partirà la visita guidata, che proseguirà poi con la chiesa del Carmine, in via Bondiolo, dove è giunto da pochi giorni da Firenze il corpo della Santa. Infine si arriverà in Cattedrale, dove nel 1949 le fu dedicato un altare, essendo Umiltà da Faenza stata proclamata fin dal 1942, mentre infuriava la guerra, Patrona minore della sua città natale. Il ritrovo per tutti i partecipanti alla visita guidata di sabato 13 novembre è fissato alle ore 15.00 in via Pascoli, davanti all'ingresso della chiesa di S.Umiltà. Informazioni e prenotazioni presso la sede della Pro Loco Faenza (Voltone Molinella, 2 - Tel/fax 0546 25231; e-mail: info@prolocofaenza.it).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -