Faenza, 'Argillà' tocca quota 50mila presenze

Faenza, 'Argillà' tocca quota 50mila presenze

FAENZA - «Ancora una volta Faenza si è dimostrata all'altezza della sua fama di "capitale internazionale della ceramica artistica"», dichiara a caldo con piana soddisfazione il Vice Sindaco e Assessore cultura, ceramica e turismo, Massimo Isola, a commento dell'edizione appena conclusa di Argillà Italia il grande evento dedicato alla ceramica artistica ed artigianale che nel corso del week end appena passato (ndr 4-5 settembre) ha portato in città un pubblico enorme valutato in circa 50.000 presenze. «I tanti espositori provenienti da tutta Italia e dall'estero ed il tantissimo pubblico che ha partecipato all'evento hanno trovato una città ed un territorio ospitale e pronto ad accoglierli nel migliore dei modi - prosegue Isola -. E questo grazie sicuramente all'organizzazione di Argillà che ha funzionato in maniera impeccabile, ai tanti operatori economici-commerciali coinvolti e a tutti i cittadini. Un dato molto importante da sottolineare è anche quello del "tutto esaurito" che hanno fatto registrare le strutture ricettive ed i ristoranti del comprensorio ».

 

«Dopo la prima di successo del 2008, le aspettative su Argillà Italia 2010 erano ovviamente molto alte. Direi che tutto è andato per il meglio e le aspettative sono state confermate - ha dichiarato il Presidente dell'Associazione Italiana Città della Ceramica, Stefano Collina - Abbiamo constatato la soddisfazione di espositori e pubblico, e i tanti pacchetti di oggetti acquistati visti nelle mani dei visitatori testimoniano meglio di ogni altro fattore il gradimento dell'evento. Inoltre, da Argillà ha preso il via la nuova Associazione Europea Città delle Ceramiche, un momento storico di fondamentale importanza per il mondo della ceramica artistica ed artigianale al quale si stava lavorando da diversi anni».

 

"Il dato numerico delle 50.000 presenze rappresenta una stima in quanto la partecipazione alla mostra mercato ed a tutti gli eventi di Argillà era gratuita. Il dato di fatto è, però, che per le due giornate dell'evento, anzi fin dalla mattina del venerdì, giorno di allestimento degli stand, fino a tarda notte, le strade e le piazze del centro storico sono state sempre brulicanti di gente - commenta Giuseppe Olmeti, Caposervizio del Comune di Faenza e Responsabile fin dalla prima edizione della progettazione e dell'organizzazione di Argillà Italia -  Quello che più ci piace sono le innumerevoli dimostrazioni di gradimento, anzi di gioia, felicità ed affetto che gli espositori, in primo luogo stranieri, ed il pubblico hanno comunicato alla città per l'accoglienza e l'ospitalità ricevuta e per l'armonia e serenità del tempo trascorso a Faenza, dimostrazioni che fanno ben sperare per un continuo miglioramento dei risultati turistici della città e per riposizionare Faenza al centro dell'interesse dei ceramisti europei». E conclude Olmeti: «Un sentito e meritatissimo ringraziamento va ai tanti che hanno collaborato alla riuscita di Argillà: volontari, collaboratori temporanei e professionisti, ed in particolare a Sara Farolfi e Cinzia Rondinini: un grande staff di oltre 100 persone che ha saputo assicurare servizi e risposte ad ogni problema rendendolo Argillà Italia 2010 un evento unico e di grande successo».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -