False carte di credito da mezzo mondo, dieci arresti a Forlì

False carte di credito da mezzo mondo, dieci arresti a Forlì

Il momento dell'arresto di uno dei componenti della banda

FORLI' - 'Kuala Lumpur' è il nome dell'operazione delle squadre mobili di Forlì e Trieste, che la notte tra venerdì e sabato hanno tratto in arresto undici persone di nazionalità malese. Si tratta di una banda responsabile di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, detenzione e clonazione di carta di credito e falsificazione di documenti. Durante l'operazione sono state sequestrate 5.000 carte di credito clonate, 12 passaporti in bianco e cinque computer.

 

> LE IMMAGINI DEL BLITZ

 

L'organizzazione aveva messo in piedi un meccanismo che consentiva di compiere acquisti per svariate migliaia di euro con carte di credito clonate. Venivano reclutati cittadini malesi e cinesi nei loro paesi d'origine, dotati di falsi documenti e ‘spediti' in Italia. Una volta giunti a destinazione, venivano forniti di carte di credito per fare acquisti di ogni tipo: la merce veniva poi spedita in Cina e Malesia.

 

A far partire l'intera indagine era stata la confessione di una cittadina malese avvenuta nel novembre del 2008, quando dopo la scarcerazione avevano ammesso l'esistenza di questa organizzazione criminale. Le indagini sono andate avanti senza intoppi fino a gennaio con delicate operazioni di intelligence e anche con l'utilizzo di intercettazioni telefoniche. Le tracce dei capi della banda si sono poi perse in occasione del capodanno cinese dei primi di febbraio, ma subito dopo è stato possibile riprendere il filo dell'indagine.

 

Un filo che ha portato gli agenti della Squadra Mobile fino ad un capannone ubicato nella zona industriale di Forlì (una sartoria dismessa adibita a ‘dormitorio') dove sono stati trovati i capi dell'organizzazione giunti dalla Malesia che stavano approntando le false carte di credito da utilizzare a Bologna e Forlì. Durante il blitz nel capannone, il boss della banda, Chong Kok Loon, è stato colto in flagrante mentre stava scaricando da internet i codici per le carte di credito via Internet con un complice in Malesia.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altri quattro componenti dell'organizzazione sono stati fermati al casello autostradale di Forli' di ritorno da Bologna, dove avevano fatto acquisti illeciti per oltre 15.0000 euro. 


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -