Fannulloni, Dragotto (Fi-PdL): "Sulle assenze per malattia, primo round a Brunetta"

Fannulloni, Dragotto (Fi-PdL): "Sulle assenze per malattia, primo round a Brunetta"

"Il Ministro Renato Brunetta il 17 luglio 2008 firmò una circolare indirizzata a tutte le pubbliche amministrazioni per fornire indicazioni circa l'applicazione della nuova disciplina in materia di assenze dei pubblici dipendenti contenuta nell'art. 71 del decreto legge n. 112 del 2008.  Dopo i primi tre mesi i dati mese su mese rispetto al 2007 sono strabilianti ed incoraggianti anche per la nostra Regione: nel mese di settembre i dipendenti malati sono scesi del 45,7%! Spiccano poi alcuni dati Azienda ospedaliera universitaria Sant'Anna di Ferrara registra un meno 47,1%, nel Comune di Carpi le assenze sono scese del 64%, nel Comune di Serramazzoni sempre in provincia di Modena del 100%, nel Comune di Soliera (Mo) del 75%, nel Comune di Costellarono in Provincia di Reggio - Emilia le assenze per malattia sono diminuite del 79;8%".

 

E' quel che ha detto Giorgio Dragotto Presidente del Gruppo assembleare FI-PDL della Regione Emilia-Romagna.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nonostante i dati, aspetto sempre lo scatto di reni di quei dipendenti pubblici, che si sono sentiti offesi dalla campagna contro i fannulloni del Ministro Brunetta. Fannulloni o non fannulloni per ora le cifre assegnano il primo round proprio al Ministro. Ritengo che i fannulloni rechino danno innanzi tutto proprio ai dipendenti pubblici che lavorano o che vogliono lavorare. L'invito quindi è quello di prendere il toro per le corna, smettendo di seguire un sindacato che livella e avvilisce l'intero comparto, dando una seria dimostrazione di come quest' Italia e questa Regione possano funzionare meglio nel fornire servizi ai cittadini, grazie soprattutto al contributo dei dipendenti pubblici. Insistere nella politica del lamento, dei volantini contro, delle e-mail spedite con i soldi dei contribuenti, delle mezze manifestazioni, non porta benefici né ai dipendenti pubblici né ai cittadini, che continuano a sentirsi sudditi della Pubblica Amministrazione. La diminuzione delle assenze per malattia mi sembra un buon segno e un incoraggiamento al Ministro per andare avanti nella sua opera di moralizzazione e ristrutturazione del comparto pubblico".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -