Fazio e Saviano, no alle associazioni pro-vita. Nuovo scontro in Rai

Fazio e Saviano, no alle associazioni pro-vita. Nuovo scontro in Rai

Fazio e Saviano, no alle associazioni pro-vita. Nuovo scontro in Rai

ROMA - No di Fabio Fazio e Roberto Saviano ad ospitare a "Vieni via con me" le associazioni pro-vita dopo la partecipazione alla seconda puntata della trasmissione di Beppino Englaro, il papà di Eluana, e Mina Welby, vedova di Piergiorgio entrambi al centro di un caso mediatico e legale contro l'accanimento terapeutico. E scoppia una nuova bufera in Rai. Il consiglio d'amministrazione ha approvato un odg in cui si dà parere positivo ad una replica delle associazioni.

 

L'odg, firmato dal consigliere di maggioranza De Laurentiis, è stato votato anche dal presidente di Viale Mazzini, Paolo Garimberti. I consiglieri dell'opposizione sono usciti per protesta.Fazio, Saviano e gli autori di "Vieni via con me" ritengono "inaccettabile" la richiesta del cda di viale Mazzini.

 

Mina Welby lesse l'elenco delle cose dette dal marito "nel giorno più bello della sua vita", quello della morte. Welby, aveva ricordato Saviano, non ebbe le esequie in chiesa, "a differenza di boss e criminali come Enrico de Pedis, Francisco Franco, Augusto Pinochet".

 

Englaro aveva letto l'elenco delle "cose di Eluana che i suoi genitori hanno sempre saputo di lei". Dal suo "desiderio di libertà rispetto a quello che lei avvertiva come violenza" al fatto che "mai avrebbe voluto vivere priva di coscienza e mai avrebbe tollerato la continua profanazione del suo corpo". "Noi genitori le abbiamo dato solo voce, se avesse potuto esprimersi lo avrebbe fatto lei", aveva detto il padre di Eluana.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -