Celentano 'bombarda', Festival commissariato

All'indomani dell'attacco di Adriano Celentano all'Avvenire e a Famiglia Cristiana, il direttore generale di viale Mazzini Lorenza Lei ha deciso di inviare il vicedirettore generale per l'Offerta, Antonio Marano

(credit TM News/Infophoto)

Commissariato il Festival di Sanremo. All'indomani dell'attacco di Adriano Celentano all'Avvenire e a Famiglia Cristiana, il direttore generale di viale Mazzini Lorenza Lei ha deciso di inviare il vicedirettore generale per l'Offerta, Antonio Marano, "a coordinare con poteri di intervento il lavoro del Festival". "Sono contento - ha affermato il direttore artistico Giammarco Mazzi -. Ma voglio anche capire in che cosa consiste questo potere d'intervento perché per quel che mi riguarda il percorso artistico di questa edizione è già tracciato".

La Sir, l'agenzia di stampa della Conferenza episcopale, ha parlato di "ignoranza col microfono". Secondo la Sir il Molleggiato, avrebbe usato parole "che nascono da un "vuoto di conoscenza di ciò che le testate cattoliche professionalmente sono, del servizio che svolgono per la crescita umana, culturale e spirituale della società tutta. Un vuoto voluto, e quindi ancor più triste, perché a tutti è possibile conoscere e comprendere il ruolo laico dei media cattolici nel nostro paese".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Famiglia Cristiana, Celentano "è solo un piccolo attivista dell'ipocrisia, un finto esegeta della morale cristiana che sfrutta la tv per esercitare le sue vendette private". Secondo Marco Tarquinio, direttore di Avvenire, la reazione di Celentano è dovuta al fatto che "abbiamo scritto che con quel che costa lui alla Rai per una serata si potevano non chiudere le sedi giornalistiche Rai nel Sud del mondo (in Africa, in Asia, in Sud America) e farle funzionare per un anno intero".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -