Feto ancora vivo dopo l'aborto, aperta un'inchiesta in Calabria

Feto ancora vivo dopo l'aborto, aperta un'inchiesta in Calabria

Feto ancora vivo dopo l'aborto, aperta un'inchiesta in Calabria

Una scoperta drammatica all'ospedale di Rossano in Calabria. Dopo un aborto terapeutico il feto era ancora vivo. Ad accorgersene il cappellano della struttura, che si era avvicinato al corpicino per pregare. Appena si è reso conto che il feto di 22 settimane respirava e si muoveva, sono intervenuti d'urgenza i medici, che ne hanno disposto il trasferimento all'ospedale di Cosenza. Sono partite le indagini della Polizia di Stato, coordinate dalla Procura di Rossano.

 

L'aborto era stato deciso per una malformazione del feto, che ora versa in gravissime condizioni. Dopo l'intervento, a detta dei medici riuscito, il corpicino era stato sistemato momentaneamente in un fagotto, senza che nessuno si fosse accorto che era vivo. La Polizia ha acquisito le cartelle cliniche della madre e i medici coinvolti saranno ascoltati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -