"Fi.Ga e bomboloni" per la Notte Rosa: bufera a Riccione

"Fi.Ga e bomboloni" per la Notte Rosa: bufera a Riccione

"Fi.Ga e bomboloni" per la Notte Rosa: bufera a Riccione

"Fi.Ga. e bomboloni": e lo slogan di dubbio gusto elaborato in occasione della manifestazione, organizzata dall'associazione Riccione Abissinia per il 3 luglio, per celebrare il noto cocktail "fi.GA'" (ossia ‘fiori di guaranà"). Sul manifesto campeggiano anche i loghi istituzionali del Comune di Riccione e della Provincia di Rimini, la quale però ha subito preso le distanze. Lo slogan è associata alla presenza di Cristina Del Basso, la maggiorata dalle forme giunoniche dell'ultima edizione del Grande Fratello.

 

> SONDAGGIO: COSA NE PENSI?

 

La vicenda è rimbalzata in fretta sulle cronache nazionali, ma la polemica si concentra su un aspetto fondamentale: l'usare il gioco di parole per richiamare ad un modello di divertimento frivolo, per qualcuno troppo volgare, a cui si associa molto spesso l'immagine della riviera romagnola.

 

L'evento è inserito nell'ambito del week-end della ‘Notte Rosa' (che si celebra il 2 luglio e proseguirà per tutto il week-end) e questo giustifica, secondo gli organizzatori, il titolo scanzonato e un po' ‘hot' della manifestazione. Per altri questo appuntamento dimostra "l'altissimo livello culturale delle iniziative per la ‘Notte Rosa'". Altra vicenda spinosa è quella legata all'utilizzo del logo delle due istituzioni: la Provincia di Rimini ha deciso di tutelarsi attraverso le vie legali, mentre il Comune di Riccione si è limitato a negare di aver concesso il patrocinio.

 

L'associazione Riccione Abissinia (il cui direttivo è composto da 6 donne e 3 uomini, spiega il suo presidente Ivan Severini) ammette di aver sbagliato nell'utilizzo dei loghi, ma lo motiva con l'abitudine ad averli sempre utilizzati in tutte le iniziative organizzate negli anni scorsi in occasione della ‘Notte Rosa'.

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di IlLuca
    IlLuca

    x franchina: non per togliere validità al tuo discorso, ma la bibita in questione è analcolica. la fi.GA' è un succo di frutta vagamente aromatizzato al guaranà, leggermente frizzante (sì, l'ho bevuta per curiosità). E' buona, non una roba eccezionale o divina, ma buona come può essere buono un succo di frutta. Contenuto alcoolico: 0%. Per quel che è, però, resta costosa, e l'unico elemento "caratterizzante" della bevanda è il nome.

  • Avatar anonimo di alekos
    alekos

    in un Paese dove la Donna e' vista solo per fare audience (piu' nuda possibile) il Presidente del Consiglio fà quello che tutti sanno , e la volgarità è all'ordine del giorno , l'involuzione non può che continuare cosi' ......poi qui in Romagna in quanto ad organizzare cavolate come queste siamo maestri ........ oramai la Riviera vive solo di questo : gossip, frivolezze , edonismo ecc ecc.

  • Avatar anonimo di franchina
    franchina

    con tutti i problemi che abbiamo questo è il minore....mi preoccupo di più del cocktail piuttosto che dell'acronimo. ancora una volta si cerca di attirare giovani con l'alcol; se non bevi non ti diverti. quindi meglio una fi.GA reale che un bicchiere di troppo. e poi si sa....i turisti vengono x questo, altrimenti non si spiega del casino in riviera visto che se hai una famiglia con bambini devi pensare bene a dove vai in spiaggia. ma quelle belle spiagge di una volta, dove il bagnino si scusava quando accendeva l'altoparlante? dove al pomeriggio si faceva la dormitina sul lettino, dove sono finite? ora c'è musica di continuo, ogni momento vieni rotto per il corso di ballo, il risveglio muscolare, la gara di beach volley, la lezione di cucina.....ehi, ma io volevo riposarmi....altrimenti rimanevo al lavoro!!

  • Avatar anonimo di Luca
    Luca

    E' il 2 luglio ma continua per tutto il fine settimana da quello che so io. Il problema vero è che la Romagna sa offrire solo queste cazzate e invece non è in grado di richiamare turisti con altre iniziative: d'altra parte il mare che abbiamo fa schifo. Se non fossi romagnolo non andrei mai al mare da noi.

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    A quanto ne so la "Notte Rosa" quest'anno sarà venerdì 2 luglio, non sabato 3. Comunque sia, in una Regione nella quale le ultime pagine dei quotidiani sono dedicate agli annunci erotici e le belle ragazze vengono utilizzate anche nella promozione delle Università, uno slogan del genere non mi pare nulla di nuovo, e penso possa giusto suscitare una risata ed una lode per la fantasia di chi l'ha inventato.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -