Fiere, il sindaco Lucchi 'chiama' Rimini e Forlì: ''Insieme contro Milano''

Fiere, il sindaco Lucchi 'chiama' Rimini e Forlì: ''Insieme contro Milano''

Fiere, il sindaco Lucchi 'chiama' Rimini e Forlì: ''Insieme contro Milano''

CESENA - "La competizione sul sistema Fiere si gioca piu' che mai a livello europeo. Per questo dico: colleghi, abbassiamo i campanili e alziamo la bandiera dell'Emilia Romagna. Noi ci siamo e facciamo la nostra parte, ma sull'integrazione bisogna accelerare". Il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, auspica uno scatto sull'integrazione delle Fiere emiliano romagnole, rivendicando il Mac Frut, che ad ottobre ha ospitato il primo forum europeo delle Regioni ortofrutticole.

 

"Il Mac Frut- ha riepilogato il primo cittadino cesenate- ci ha messo nelle condizioni di creare una struttura che nel corso degli anni e' riuscita ad investire, che e' solida e non ha i problemi che hanno alcune strutture fieristiche nel Paese. Ciononostante noi ormai dobbiamo competere a livello europeo: il competitor piu' vicino e' la Fiera di Milano, che in particolare con l'Expo 2015 beneficera' di una spinta notevolissima".

 

Dunque, per evitare di finire strozzati dalla concorrenza, il sindaco di Cesena sottolinea come "non possiamo che proporci come sistema regionale". "Dobbiamo accelerare verso un'integrazione che tenga conto non delle strutture fieristiche in quanto tali- ha scandito il primo cittadino - ma delle eccellenze tra le manifestazioni che organizziamo all'interno delle nostre strutture".

 

La mano tesa dell'ex consigliere regionale e' tutta per i 'cugini' di Rimini e Forli': "Noi mettiamo a disposizione il Mac Frut, e' la prima manifestazione del settore agro-industriale nel Mediterraneo. Ma ci sono altre Fiere di qualita' nel territorio, per questo dobbiamo continuare a confrontarci. Di questo dobbiamo ragionare".

 

Per inciso, "l'accelerazione" cara a Lucchi "non dipende solo dalla Regione ma anche dalla volonta' delle strutture fieristiche stesse e dalla volonta' politica dei territori. Noi- insiste il sindaco di Cesena- abbiamo voglia di abbassare il campanile e di alzare la bandiera dell'Emilia Romagna, in questo caso". Perche' anche e soprattutto sul tema degli Expo, insomma, "la sfida e' proprio quella di uscire dai singoli territori, non quella di chiudersi nei municipi", conclude fiducioso Lucchi. (Dire)

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di mm77
    mm77

    Le fiere romagnole non devono svendersi a Bologna per poi essere depotenziate, ma valorizzate integrandosi in un unica Società Fieristica Romagnola (RomagnaFiere ?) che faccia riferimento a quella di Rimini, e che siano concorrenziali a Bologna.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -