Fiere, Regione pronta a entrare a Rimini e Bologna: ok dei riminesi

Fiere, Regione pronta a entrare a Rimini e Bologna: ok dei riminesi

BOLOGNA - La Regione Emilia Romagna, per voce del suo presidente Vasco Errani, conferma l'interesse e la disponibilita' a valutare un eventuale ingresso nei capitali delle societa' fieristiche di Bologna, Rimini e Parma.

L'annuncio di giovedì viene affidato a una lettera indirizzata al sindaco di Bologna, Sergio Cofferati, al presidente della Provincia di Bologna Beatice Draghetti e ai sindaci e presidenti di Provincia di Rimini e Parma, e porta la firma di Vasco Errani.

La missiva intende ''esprimere l'interesse della Regione a esaminare fin da subito con Comune e Provincia le tematiche che riguardano le fiere, riproposte all'attenzione in questi giorni anche in riferimento all'assetto societario e alla discussione programmatica tra i soci'' scrive il presidente dell'Emilia Romagna.


Le reazioni riminesi si sostanziano nella soddisfazione di Alberto Ravaioli e Ferdinando Fabbri, sindaco e presidente della Provincia che in una dichiarazione congiunta apprezzano “il richiamo al bisogno del grande sistema fieristico dell’Emilia Romagna”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Riconosciamo – dicono Fabbri e Ravaioli – che in questi ultimi anni si sono sviluppate significative esperienze che hanno avvicinato i programmi e le iniziative delle realtà fieristiche regionali. Il territorio riminese già da tempo è orientato ad alleanze strategiche sulle grandi infrastrutture di servizio che vedono Rimini essere, assieme alle altre città, un punto d’eccellenza nazionale. Ed è proprio in questa logica che confermiamo la nostra disponibilità immediata e concreta a far parte del tavolo che dovrà entrare nel merito degli auspici e delle scelte di governo che il presidente Errani ha voluto sottolineare con l’importante lettera che ci ha inviato”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -