FIRENZUOLA - Vecchi (An): ''Lavori in discarica Pago, fronteggiare ricadute ambientali''

FIRENZUOLA - Vecchi (An): ''Lavori in discarica Pago, fronteggiare ricadute ambientali''

FIRENZUOLA - I lavori per l'ampliamento della discarica che si trova nella Vallata del Santerno, nel territorio del comune fiorentino di Firenzuola, in località Pago, a poche centinaia di metri sopra il fiume Diaterna, sono al centro di un'interrogazione di Alberto Vecchi di alleanza nazionale.


Per realizzare l'intervento sulla discarica "che aumenterà la sua capienza di 700 mila metri cubi, con un conferimento annuo di 68 mila tonnellate" - riferisce il consigliere - è previsto lo spostamento di decine di metri cubi di terra che verranno trasferiti tramite autotreni in località emiliano-romagnole, principalmente ravennati, con un conseguente aumento del traffico pesante lungo le arterie che conducono ai luoghi prescelti per lo smaltimento degli inerti, in particolare sulla provinciale 610 Montanara. E tuttavia, aggiunge Vecchi, gli enti che si trovano a valle della discarica "non sono stati informati né dei lavori di ampliamento , né dell'aumento del traffico pesante che inevitabilmente attraverserà i centri urbani di Castel del Rio, Fontanelice, Borgo Tossignano e Casalfiumanese".


Preoccupato poi per il fatto che in passato la discarica Pago sarebbe stata oggetto di chiusure ordinate dalla magistratura "per pericolo inquinamento" e nel febbraio 2007 avrebbe subito un incendio "doloso" con fuoriuscita di olio lubrificante, Vecchi chiede alla Regione quali interventi intende attivare "per fronteggiare la grave situazione, che - sostiene - potrebbe "danneggiare l'integrità degli ecosistemi fluviali" tradendo le finalità della normativa regionale e nazionale sulla tutela delle acque e della fauna ittica. L'esponente di an chiede poi per quale motivo le amministrazioni interessate (Comuni, Comunità montana valle del Santerno e Nuovo circondario imolese) non siano stati informate del citato ampliamento e della sua ricaduta ambientale e vuole sapere quali risorse reinvestirà sul territorio l'azienda che beneficerà dei vantaggi dell'intervento. Da ultimo Vecchi sollecita per la Strada provinciale 610 un piano del traffico da concordare con gli enti preposti.





Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -