FISCO - Controlli della Guardia di Finanza, scontrini: 1200 irregolarità

FISCO - Controlli della Guardia di Finanza, scontrini: 1200 irregolarità

BOLOGNA – Sono stati circa 6.000 controlli svolti dala Guardia di Finanza in tutta l'Emilia Romagna finalizzati a prevenire e a contrastare il mancata emissione dello scontrino fiscale. Complessivamente sono state circa 1.200 le irregolarità sanzionate. Nella provincia di Forlì–Cesena le Fiamme Gialle hanno richiesto la sospensione di un'attività commerciale, mentre sono sei quelle a rischio a Rimini e Ravenna. In quest'ultima sono stati chiusi due negozi cinesi.

Complessivamente sono stati sei negozi, tutti gestiti da cinesi, le attività sospese 72 ore in base a quanto stabilito dalla normativa in vigore dal 29 novembre 2006. Tra questi due minimarket, un bar e un negozio al dettaglio che si trovano a Ravenna (2) a Reggio Emilia (2) a Modena e a Bologna. Due gestori di questi sei sono stati sorpresi in flagranza a non emettere lo scontrino per altre tre volte, perciò verranno nuovamente chiusi con un aggravamento della sanzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A rischio chiusura, invece, ve ne sono 47 (29 italiani): 9 a Bologna, 10 a Reggio Emilia, 8 a Parma, 6 a Ravenna, 6 a Rimini, 5 a Modena, 2 a Ferrara e uno nella provincia di Forli'-Cesena. Una quindicina di questi sono attività del settore della ristorazione, mentre i rimanenti sono esercizi per la fornitura di beni e servizi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -