Foggia, omicidio fuori dal pub. In manette i presunti killer

Foggia, omicidio fuori dal pub. In manette i presunti killer

Foggia, omicidio fuori dal pub. In manette i presunti killer

FOGGIA - Svolta nelle indagini sull'omicidio del 23enne Francesco Cannone, ucciso nel cuore della nottata tra sabato e domenica nel centro di Foggia in via La Rosa. Gli agenti della Squadra Mobile hanno fermato con l'accusa di omicidio in concorso, porto di arma clandestina ricettazione ed esplosione in luogo pubblico G.P.M, 24 anni, e P.B., 23. Quest'ultimo, ritenuto l'esecutore materiale del delitto, si era rifugiato da un'amica.

 

Il 23enne era in possesso di una pistola calibro 6,35, con matricola abrasa, completa di caricatore con quattro proiettili e quattro nascosti nel giubbotto tutti dello stesso calibro. Il delitto si è consumato a seguito di una lite, scoppiata per futili motivi, all'interno di un pub, dove Cannone si era recato con la moglie e alcuni amici di quest'ultima. La scazzottata è proseguita fuori ma si era interrotta per l'intervento di alcuni presenti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Due ore dopo Cannone e la moglie, mentre rincasavano, sono stati affrontati dai due fermati. P.B avrebbe esploso un colpo di pistola mortale al torace. Soccorso da alcuni amici Cannone è stato trasportato al pronto soccorso ma è morto pochi minuti dopo il ricovero. Sul luogo i poliziotti hanno trovato un proiettile calibro 6,35. Le indagini sono ancora in corso per verificare se il litigio sia stato causato da altri cause.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -