Foggia, uccide la fidanzatina. Poi si uccide sparandosi

Foggia, uccide la fidanzatina. Poi si uccide sparandosi

FOGGIA - Ha preso la pistola ed ha ucciso la fidanzatina polacca di appena 16 anni. Quindi si è puntato l'arma contro la tempia e si è tolto la vita. Il tragico omicidio-suicidio si è verificato giovedì mattina a Cerignola, in provincia di Foggia. Ad uccidere è stato un 33enne, con precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti. I cadaveri sono stati trovati nel garage di proprietà della famiglia dell'uomo. A dare l'allarme è stato il padre del 33enne.

 

Secondo le prime sommarie ricostruzioni, la ragazza, che risiedeva con la famiglia a San Ferdinando di Puglia, avrebbe manifestato l'intenzione di metter la parola fine alla storia. L'uomo non avrebbe gradito la decisione della ragazzina, che a novembre avrebbe compiuto 17 anni. Giovedì mattina il 33enne si è recato a San Ferdinando di Puglia in auto, facendo poi salire la ragazzina.

 

La coppia si è così recata a Cerignola per lasciare la vettura e prendere la moto, forse per andare al mare. Ma poi l'uomo ha preso la pistola calibro 7.65 del padre, ed ha fatto fuoco contro la fidanzatina. Quindi si è rivolto l'arma contro di se, togliendosi la vita.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -