Folla a Piazza San Pietro, il Papa: ''Il vero nemico da battere è il peccato''

Folla a Piazza San Pietro, il Papa: ''Il vero nemico da battere è il peccato''

Folla a Piazza San Pietro, il Papa: ''Il vero nemico da battere è il peccato''

ROMA - "Il vero nemico da temere e da combattere è il peccato, il male spirituale, che a volte, purtroppo, contagia anche i membri della Chiesa". Lo ha detto Benedetto XVI dopo la recita dell'Angelus, davanti a una Piazza San Pietro gremita per la giornata in solidarietà al Papa promossa dalla Cnal (Consulta nazionale delle aggregazioni laicali) dopo la bufera dello scandalo pedofilia che ha coinvolto la Chiesa. "Viviamo nel mondo, ma non siamo del mondo".

 

Noi cristiani non abbiamo paura del mondo, anche se dobbiamo guardarci dalle sue seduzioni. Dobbiamo invece temere il peccato e per questo essere fortemente radicati in Dio, solidali nel bene, nell'amore, nel servizio", ha proseguito il Pontefice. "E' quello che la Chiesa - ha aggiunto - i suoi ministri, unitamente ai fedeli, hanno fatto e continuano a fare con fervido impegno per il bene spirituale e materiale delle persone in ogni parte del mondo".

 

"E' quello che specialmente voi - ha detto ancora Papa Ratzinger - cercate di fare abitualmente nelle parrocchie, nelle associazioni e nei movimenti: servire Dio e l'uomo nel nome di Cristo. Proseguiamo insieme con fiducia questo cammino, e le prove, che il Signore permette, ci spingano a maggiore radicalità e coerenza".

"E' bello - ha aggiunto - vedere questa moltitudine in Piazza San Pietro come è stato emozionante per me vedere a Fatima l'immensa moltitudine, che, alla scuola di Maria, ha pregato per la conversione dei cuori. Rinnovo questo appello, confortato dalla vostra presenza così numerosa. Grazie".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -