Folle inseguimento in centro, trovati 115mila euro 'sporchi'

Folle inseguimento in centro, trovati 115mila euro 'sporchi'

FORLI’ – E' un pregiudicato, già noto alle forze dell'ordine per precedenti di spaccio, uno dei due balordi che mercoledì sera ha seminato il panico a bordo di un'Alfa 159 per le vie del centro di Forlì, cercando di fuggire dall'inseguimento di una gazzella dei Carabinieri della Compagnia locale. Si tratta del 28enne Alfredo Margarita nato a Cassano alla Ionio (Cosenza).

I fatti. Sembrava che stessero girando un film poliziesco nel centro di Forlì, ma invece si trattava di pura realtà. Erano circa le 17 quando un’ auto civetta dei Carabinieri della Compagnia di Forlì avevano fermato un'Alfa 159 in un posto di blocco.

Anziché fermarsi, il conducente dell’Alfa ha schiacciato il piede sull’acceleratore tentando la fuga passando per Piazza Saffi e imboccando contro mano Corso Diaz, creando una situazione di pericolo per i pedoni che si trovano nel percorso del folle e per gli automobilisti: infatti sono state quattro le auto che si sono scontrate per evitare guai peggiori. Nel frattempo ad inseguire il fuggitivo vi era una gazzella dei Carabinieri a sirene spiegate.

Poi l’errore fatale. Passando per via Decio Raggi il pazzo guidatore ha imboccato la strada senza uscita Fantuzzi. A bordo dell’auto, oltre al conducente, vi era anche un passeggero. Entrambi hanno cercato la fuga. Uno vi è riuscito, mentre l’altro, Margarita, è stato bloccato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'interno del baule dell'Alfa sono stati trovati custoditi in una valigetta ben 115mila euro. Spunta, quindi, la pista del riciclaggio di denaro sporco su cui indaga la Procura di Forlì. Non è escluso che nelle prossime ore il caso passi alle mani della Procura Antimafia di Bologna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -