Oltre 346 mila euro per centri antiviolenza o per i servizi per le donne vittime di violenza

In provincia di Forlì-Cesena saranno finanziati 3 interventi per oltre 24 mila euro: a Cesena più di 12 mila euro serviranno per l’ampliamento del centro antiviolenza, mentre oltre 6 mila euro saranno utilizzati a Cesenatico per potenziare il servizio di consulenza legale

Oltre 346 mila euro per nuovi centri antiviolenza e case rifugio o per ampliare i servizi già offerti alle donne vittime di violenza. I fondi nazionali sono stati assegnati dalla Regione a 14 Comuni (in provincia di Ferrara, Piacenza, Forlì-Cesena, Rimini e Modena) per metterli in condizione di garantire sostegno, aiuti e opportunità in linea con quelli offerti negli altri territori dell’Emilia-Romagna.

Le risorse saranno assegnate direttamente ai Comuni individuati in collaborazione con le Conferenze territoriali sociali e sanitarie e saranno utilizzati per creare nuove strutture o qualificare i servizi di accoglienza, rifugio, orientamento, assistenza psicologica e legale data dai centri, promossi dagli Enti locali o dalle associazioni e organizzazioni operanti nel settore del sostegno e dell’aiuto alle donne vittime di violenza.

Si tratta di risorse che si vanno ad aggiungere agli 850 mila euro già liquidati nel 2014. “E’ uno sforzo notevole che ci consente di dare omogeneità di servizi e tutela alle donne che si trovano ad aver subito crimini e maltrattamenti anche all’interno delle mura domestiche, potenziando il sostegno e l’ospitalità per le donne e i loro figli”, sottolinea l’assessore regionale alle Pari opportunità Emma Petitti subito dopo l’approvazione in Giunta della delibera che stanzia i nuovi fondi. “Gli interventi dovranno essere realizzati entro la fine dell’anno. Si tratta di fondi importanti perché non rappresentano uno spot: abbiamo, infatti, già avuto conferma che saranno garantiti anche per i prossimi due anni”.

I fondi e i progetti Comune per Comune - In provincia di Forlì-Cesena saranno finanziati 3 interventi per oltre 24 mila euro: a Cesena più di 12 mila euro serviranno per l’ampliamento del centro antiviolenza, mentre oltre 6 mila euro saranno utilizzati a Cesenatico per potenziare il servizio di consulenza legale e l'attività di primo ascolto del centro antiviolenza e a Forlì per attivare un servizio di reperibilità telefonica e di collocamento temporaneo in emergenza che sia aperto durante gli orari di chiusura del centro per le donne vittime di violenza. Infine, in provincia di Rimini 46 mila euro consentiranno l’apertura dello sportello antiviolenza a Bellaria-Igea Marina (finanziato con 4 mila euro) e l’attivazione di una casa rifugio a Cattolica (grazie al finanziamento di 29 mila euro) e di una a Rimini (a cui saranno liquidati 13 mila euro). -

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -