Foreste Casentinesi, Bartolini (PdL): "Valdonasso, vergognosa cattedrale nel deserto"

Foreste Casentinesi, Bartolini (PdL): "Valdonasso, vergognosa cattedrale nel deserto"

FORLI' - Rispondo esterrefatto alla replica dell'aretino Luigi Sacchini,  Presidente del Parco Nazionale, sullo scandalo dei 551.426 euro  (e altri spesi per smantellare Pian di Rocchi) , sprecati per costruire, nella Regione modello Emilia-Romagna, una vergognosa cattedrale nel deserto. Non vorrei però cha alla fine, come al solito, la colpa fosse  di chi ha sollevato il problema anziché di chi da 60 anni detiene ininterrottamente il potere nella nostra Regione.

 

Rispondo anche che, dopo 12 anni di totale abbandono, non  ci si può neppure trincerare dietro la classica scusa " Il Governo non ci finanzia" dopo   che il Parco in questi anni ha speso, con scarsissimi risultati in termini di ritorno per la comunità locale, decine e decine di milioni di euro.

La verità  è che quando si investe bisogna farlo razionalmente e non tanto per dare lavoro oggi a quella e domani all'altra cooperativa rossa di turno.

 

Io nella mia dettagliatissima interrogazione non ho dimenticato proprio nulla anche perché per contestare le promesse da marinaio riferite anche agli ultimi due anni,  ho semplicemente riportato il testo della risposta  dell'Assessore Regionale E-R Lino Zanichelli alla mia precedente interrogazione.

 

Capisco che per il Toscano Sacchini , l'Emiliano Zanichelli non è il proprio Assessore di riferimento, così come capisco anche l'ennesima debolezza politica del PD di Forlì che dopo aver  delegato al  PD di Ravenna la gestione della sanità forlivese, come tutti possono ben capire, anche sulle tematiche ambientali ha delegato tutto  al Pd di Arezzo che deve decidere cosa fare ma soprattutto cosa non fare nel versante romagnolo del Parco.

 

Scommettiamo che se il Parco Faunistico di Valdonasso era posizionato  nel versante Toscano oggi sarebbe  operativo e funzionante al pari di tanti  Parchi faunistici mitteleuropei con  migliaia di turisti in visita.

 

Vergognoso infine il  classico rimpallo di responsabilità tra Regione (proprietaria dell'area) ,  Provincia di Forlì-Cesena (ora gestore dei territori ex Arf) ,  Comunità Montana  e  Parco Nazionale,  tutti Enti a guida  PD ma purtroppo con il PD di  Forlì  sempre più nella figura del due di coppe con l'asso a bastoni.

 

P.S. registriamo nel dibattito il totale e assordante silenzio delle associazioni animal/ambientaliste solitamente tanto attente alle vicissitudini del Parco quando trattasi di bloccare il taglio di una pianta ma silenti di fronte a questo enorme scempio e spreco ambientale che riguarda ben 40 ettari di Parco e non una il taglio di una sola pianta per mettere in sicurezza una pista da sci.

 

Luca Bartolini, consigliere regionale di An-PdL

Commenti (7)

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    matteol, può anche darsi che tu abbia ragione (uso il congiuntivo se no ti adiri), ma non credi che questa volta sia prioritario lo scandalo di una cattedrale nel deserto (di cui NESSUNO in pianura sa niente) con tanti soldi buttati via, e diciamo la verità, l'istituzione del Parco non ha creato benefici per le nostre vallate (che sopravvivono col Pollo del Campo, altro che fauna protetta) piuttosto che le polemiche politiche?

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Lungi da me difendere chicchessia (a quale titolo, poi?), Io ho semplicemente fatto notare come Bartolini, di fronte ad una questione che sarebbe doveroso chiarire e risolvere, non sappia fare altro che sbraitare ed insultare i propri interlocutori, invece di affrontare il problema con civilta' e competenza. In questo modo non si risolve assolutamente nulla, si fa solo caciara propagandistica.

  • Avatar anonimo di LuciaBaldini
    LuciaBaldini

    Matteo sono d'accordo che la destra chiama sempre in causa i comunisti e la sinistra pensi solo a dare la colpa al solito berlusconi. allora stiamo ai fatti. qui c'è uno spreco di oltre 500000 euro e nessuno è il responsabile. possiamo continuare così? io penso di no. se non si individuano mai i responsabili come faremo noi cittadini ad avere ancora fiducia nelle istituzioni? se poi tu li vuoi difendere ad oltranza allora mi viene da pensare male e non lo voglio.

  • Avatar anonimo di LuciaBaldini
    LuciaBaldini

    ma quali sarebbero i punti focali. è evidenti che si sono arrampicati sugli specchi. ma come si fa a realizzare una struttura senza che dopo 12 anni nessuno vi sia entrato e dire che è la solita propaganda. cerco io stessa di essere più obiettiva, vorrei che anche tu Matteo lo fossi

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    La "tiritera" di cui parlo consiste nell'urlare prima allo "scandalo" di fronte ad un problema, poi nel ricevere risposte puntuali e chiare dai soggetti interessati, e quindi nell'ignorare i punti focali delle risposte attaccandosi alle virgole ed urlando ancora piu' forte che e' tutta colpa dei "comunisti" che se la prendono sempre con Berlusconi. Qui in aggiunta abbiamo anche un surreale attacco contro soggetti che non hanno aperto bocca. Naturalmente, infine, non vengono MAI fatte proposte sensate per risolvere il problema da parte di chi attacca. Ma mica mi stupisco, e' la solita prassi del PdL.

  • Avatar anonimo di LuciaBaldini
    LuciaBaldini

    Caro Matteo, ma quale tiritera. Questi soldi, e sono tanti, li hanno spesi male veramente e tutto è in abbandono. questo è il vero problema. La tiritera la fa il presidente del Parco che senza argomenti si rifugia in corner dando la colpa, come al solito, al Governo Berlusconi . Non so se è vero che il PD ha svenduto il parco ad arezzo come sostiene bartolini ma, conoscendo bene l'ambiente, so per certo che ha svenduto la sanità forlivese a ravenna.

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Come al solito, quando uno non sa rispondere alle critiche comincia ad urlare ed insultare, anche in maniera sgrammaticata ("Scommettiamo che se il parco ERA..."). La solita tiritera.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -