Foreste Casentinesi: educazione ambientale per i ragazzi delle scuole

Foreste Casentinesi: educazione ambientale per i ragazzi delle scuole

SANTA SOFIA - L'educazione ambientale del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna si pone l'obbiettivo di trasmettere conoscenze ecologiche e naturalistiche sulla biodiversità e la conservazione della natura. Lo fa stimolando riflessioni sul suo valore e sulla necessità di nuovi modelli di sviluppo e promuovendo comportamenti in armonia con l'ambiente.

 

Sei agenti del Corpo Forestale dello Stato, divisi in tre squadre, sono stati impegnati le scorse settimane in alcune scuole primarie e secondarie in incontri - in classe e in foresta - per sensibilizzare sui temi della salvaguardia del territorio e la difesa del patrimonio naturale.

 

La Festa dell'albero - che sabato mattina chiude questo percorso didattico - in programma nelle scuole che hanno partecipato al progetto, è nata con la legge forestale del 1923. Nasce allo scopo di diffondere fra i giovani il rispetto e l'amore per la natura.

 

Nelle scuole elementari gli agenti hanno posto l'accento sulle implicazioni emozionali delle foreste. Si è richiamata l'attenzione dei bambini in particolare su quanto le piante siano ambienti di vita e rifugio per i loro abitanti - gli animali - al pari delle case per noi.

 

Per i ragazzi più grandi "Missione albero, salviamo il mondo" ha invece invitato gli studenti a riflettere sulla funzione essenziale degli alberi nel contenimento dell'effetto serra.

 

E' molto ricca la propostra per le scuole del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna per i prossimi mesi.

 

A fianco di "Lezioni d'Appennino", proposta sviluppata sul versante romagnolo dell'area protetta - organizzata insieme alla Provincia di Forlì-Cesena con la collaborazione del Corpo Forestale dello Stato e del GAL "L'Altra Romagna"- troviamo progetti riservati alle scuole materne, elementari, medie e superiori della provincia di Arezzo, quali "Un sentiero per la salute" e "Con il treno al planetario del Parco". Il primo, realizzato insieme all'Ufficio scolastico provinciale di Arezzo, permetterà la partecipazione ad escursioni e attività didattico-sportive.

  

Per dettagli e prenotazioni ci si può rivolgere all'Ufficio scolastico provinciale di Arezzo al numero 0575. 309327 (www.edfisica.toscana.it/arezzo/progetti). Il secondo invece è un percorso di apprendimento che darà la possibilità di prendere parte all'attività di divulgazione astronomica presso il Planetario del Parco che rappresenterà anche un'occasione per visitare e conoscere il paese di Stia. 

 

I finestrini del treno possono essere schermi che introducono storie e paesaggi sempre nuovi. Il progetto "In treno per conoscere" prevede che durante il percorso in treno da Arezzo a Stia il gruppo di studenti sia accompagnato da una guida che illustra l'itinerario. Lasciando scorrere a sinistra verso Firenze  l'Arno si entra in una valle appartata e bellissima circondata da barriere montuose come l'Alpe di Catenaia, il Pratomagno, l'Alpe di Serra, la catena del Falterona. Lungo il fiume, che segna il percorso del treno a ritroso, ci sono castelli, centri storici, pievi, eremi, e santuari, racchiusi dalle foreste millenarie del Parco.

 

"Un Parco per te" è un programma speciale per la scuola primaria (classi quarta e quinta) e secondaria di primo grado che si pone come elemento trasversale alle discipline scolastiche. Coinvolgerà per l'intero anno scolastico gli istituti di tutti comuni del Parco e rappresenterà un'esperienza dedicata alla biodiversità, alle vicende umane e ai misteri della foresta. Alcuni degli infiniti temi da sviluppare potranno essere: i grandi animali, le magiche foreste, la biodiversità, i fiori di tutti i colori, i pesci e la vita segreta nei torrenti, i cibi dei nonni, le antiche varietà di piante, funghi, mulini e mugnai lungo i fiumi...

 

Il progetto si pone come obiettivo educativo quello di stimolare la partecipazione ai valori dell'area protetta. Si acquisirà lo status di classe esperta, guida del Parco.

 

L'anno scorso è stato un grande successo: sono state coinvolte 21 classi. Hanno partecipato circa 450 ragazzi di 19 scuole degli 11 Istituti Comprensivi dell'area del Parco. 

 

Alla fine dell'anno scolastico ci sarà, come tutti gli anni, la grande festa: ricca giornata di giochi, animazioni e scambi di esperienze dove tutte le classi partecipanti presenteranno le proposte realizzate e riceveranno il diploma di "Classe guida del Parco".

 

Ciascuno studente potrà avere, insieme ad altri gadget di supporto alla conscenza dell'area protetta, una copia della guida per ragazzi "Un Parco per te" .

 

Inoltre, per le classi che lo richiederanno, l'Ente metterà a disposizione le numerose pubblicazioni e cartografie che realizza.

 

E' possibile consultare il catalogo sul sito ufficiale www.parcoforestecasentinesi.it.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Informazioni possono essere richieste presso il Servizio Promozione Conservazione Ricerca e Divulgazione della Natura del Parco Nazionale al numero 0543. 971375 (info@parcoforestecasentinesi.it), l'ufficio informazioni dell'area protetta, al numero 0575. 503029 (promozione@parcoforestecasentinesi.it) o il consorzio Casentino Turismo e Sviluppo, allo 0575. 520511 (consorzio@casentino.toscana.it). E' in distribuzione gratuita presso questi uffici  materiale informativo su tutte queste iniziative.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -