Foreste Casentinesi, licenziato piano in Regione

Foreste Casentinesi, licenziato piano in Regione

La commissione territorio, ambiente e mobilità, presieduta da Marco Barbieri, ha licenziato (voto contrario di fi-pdl) il piano per il Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna.


Il provvedimento - ha detto l'assessore Lino Zanichelli - è il primo Piano di un parco nazionale che interessa il territorio di due regioni.La procedura di redazione è stata pertanto particolarmente lunga: è stato infatti necessario raggiungere un'intesa con la Regione Toscana , con il Parco e con i comuni in esso compresi.Il documento, coordinato con il Piano pluriennale economico e sociale, contiene anche i principi generali in base ai quali si deve e può sviluppare l'attività di promozione economica e sociale, dell'ente Parco e dei soggetti terzi. Il territorio del Parco viene suddiviso  in 4 zone, come previsto dalla legge(n. 394/91). La zona di Riserva Integrale (A) è stata ampliata, seguendo le indicazioni del Consiglio d'Europa, del Corpo Forestale dello Stato che gestisce le Riserve Biogenetiche e degli studi effettuati. La Zona di Riserva Generale (B) consente la possibilità di definire, d'intesa con le Regioni, un'area di valorizzazione rurale esterna al Parco, nella quale disciplinare concordemente alcuni aspetti di gestione territoriale e faunistica. La zona di Protezione (C) ha invece prevalente destinazione forestale o agricola, e comprende anche una sottozona sportiva per gli impianti sciistici esistenti. Di nuova istituzione è invece la zona di Sviluppo (D), che include i centri urbani e le aree artigianali.


Il documento di pianificazione dedica poi particolare attenzione alla tutela e alla ricerca: individua il ruolo dell'Ente Parco nella gestione dei Siti di natura 2000, la rete europea per la protezione degli habitat delle specie animali e vegetali, identificati come prioritari dagli Stati dell'Unione, che occupano la quasi totalità della superficie della zona  protetta; identifica gli obiettivi ed i mezzi per le attività di ricerca necessarie alla conoscenza degli ecosistemi del Parco, anche a fini gestionali.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di corso.rossi
    corso.rossi

    Sarebbe meglio che la Regione licenziasse se stessa !

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -