Foreste Casentinesi: un altro week-end tutto da vivere

Foreste Casentinesi: un altro week-end tutto da vivere

CAMPIGNA - Il ciclo di eventi legati al cervo che culminerà, dal 25 al 27 settembre, con il grande censimento che porterà specialisti e appassionati da tutta Italia nell'area protetta, si apre sabato con "Bramiti nella notte". Si parte con una guida alla ricerca del suggestivo verso dell'ungulato in amore alle 18,30 dal punto Informazioni di Camaldoli. In un itinerario ad anello verranno toccate  le località La Rota, Poggio Muschioso, Rifugio Secchieta, Asqua, La Rota. Il percorso, di difficoltà E (escursionistica), è di 4 chilometri.

Per informazioni e prenotazioni si può contattare il centro visita del Parco di Badia Prataglia al numero 0575. 559477.


Campigna ospita invece il fine settimana "Cervi, che passione!", due giorni in pensione completa con servizio guide e trasferimenti con pulmino alla ricerca degli animali in punti favorevoli del Parco.

Informazioni possono essere ottenute presso l'albergo Scoiattolo (0543. 980052) e l'hotel Granduca 0543. 980051 (info@campigna.it)


Sabato - dalle 14,30 - sarà possibile effettuare delle visite guidate all'interno dei cunicoli della diga di Ridracoli. L'idea dell'invaso si era sviluppata sin dagli anni Trenta ed ha preso forma, a partire dal 1975,  dopo anni di ricerche e indagini affidate allo staff del professor Giuseppe Evangelisti, titolare della cattedra di Costruzioni Idrauliche della facoltà di Ingegneria dell'Università di Bologna. L'argine trattiene 33 milioni di metri cubi di acqua destinati a gran parte della Romagna, fino a Rimini, San Marino e Riccione.

 

La visita è gratuita ma bisogna fare la prenotazione. Dalle 16 ci saranno anche visite guidate a Idro, ecomuseo della acque di Ridracoli.
Per informazioni e prenotazioni su entrambe le iniziative si può chiamare "Idro" allo 0543. 917912, ladigadiridracoli@atlantide.net,  www.atlantide.net/idro

 

Ultime occasioni per godere de "La foresta della Lama in bus": con settembre, nei giorni di mercoledi e domenica, si chiude il programma 2008. Alle 8 da Bagno di Romagna e alle 8.45 da Badia Prataglia il mezzo percorrerà la suggestiva pista forestale fino al pianoro terminale della Lama. Una guida parlerà della storia e delle caratteristiche di questi luoghi e risponderà alle domande dei partecipanti. La prenotazione va fatta entro le 12 del giorno precedente presso i centri visita del Parco Nazionale di Badia Prataglia (tel. 0575. 559477) o Bagno di Romagna  (tel. 0543. 911304).

 

Il Giardino botanico di Valbonella - che sarà aperto fino al 27 settembre - offre in uno spazio ridotto, attraverso percorsi tematici, le specie più importanti del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna. Nei suoi circa due ettari di estensione ospita interessanti ricostruzioni dei principali ambienti vegetali dell'Appennino romagnolo, con una ricca collezione di specie (circa 300). Il giardino è visitabile attraverso una rete di sentieri, suddivisa in tre percorsi tematici: il bosco, il torrente e gli spazi aperti.


La struttura sarà aperta dal venerdi al sabato dalle 9,30 alle 12, 30, il pomeriggio dalle 15 alle 18. La domenica e i giorni festivi osserverà orario continuato dalle 9,30 alle 18.

Per informazioni si possono contattare la cooperativa "Fare del bene" al numero 0543. 983146, il sig. Carlo Zappia al 339. 7907206, oppure  "L'Altra Romagna" allo 0543. 903091.

 

I "Miti" della scultrice fiorentina Amalia Ciardi Duprè - bronzi monumentali, le sculture e disegni - animano - ancora per poco, purtroppo (fino al 30) - la bella frazione del Parco di Moggiona (Poppi). Gli spazi coperti saranno aperti tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. Seguiranno nei prossimi mesi tante iniziative di "Atena per Moggiona, un Parco per l'anima". Per informazioni si può contattare la pro-loco di Moggiona allo 0575. 556018.

 

"Germoplasma e campioni vegetali del Burkina Faso", per appassionati e addetti ai lavori, ma anche per semplici curiosi, è ospitata presso il museo forestale "Carlo Simeoni" di Badia Prataglia. Informazioni possono essere richieste presso l'Ufficio Territoriale per la Biodiversità del Corpo Forestale dello Stato di Pratovecchio al numero 0575. 583763, quello di Badia Prataglia al 0575. 559155(pf.badiaprataglia@corpoforestale.it)

 

Con settembre è ritornato (va avanti fino al 16 di novembre) nella Valle del Tramazzo, tra le iniziative del centro visita del Parco Nazionale di Tredozio, il progetto dedicato a "I grandi patriarchi", con escursione guidata ai  faggi e alle querce mastodontiche - ormai vere e proprie "cattedrali" della natura - che vennero messe a dimora per l'ombreggiamento del bestiame da generazioni lontane di allevatori. E' obbligatoria la prenotazione. Continua anche presso il centro visita dell'antico centro di confine tra Stato Vaticano e Granducato di Toscana la mostra di Liliana Santandrea "La montagna e l'uomo". L'artista, che ha fatto delle forti campiture di antica evocazione cartografica il tratto distintivo del suo lavoro, ha posto il piacere del viaggio e le riflessioni sulla natura a base della sua più che trentennale riflessione artistica. La mostra rimane aperta sabato e domenica dalle 9 alle 12, 30 e dalle 15, 30 alle18, fino al 9 novembre.
Per informazioni ci si può rivolgere al centro visita del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna di Tredozio al numero 0546. 943182, oppure a "Colori della Romagna Toscana, al numero 334. 9578527.


Tutte le domeniche il centro visita di San Benedetto in Alpe ospita "Ghiotti di Natura". Si tratta di un ciclo di nove appuntamenti domenicali per immergersi in modo totale nel paesaggio dell' Appennino romagnolo attraverso escursioni con degustazione a orario aperitivo. L'iniziativa è promossa dal Club di prodotto Colori della Romagna Toscana.
Il calendario degli appuntamenti è su www.lumacheto.it/Escursioni.html#iniziative
Per informazioni e prenotazioni si può contattare Silvio Mini al 338. 7106573


Domenica 21 settembre a Tredozio si svolgerà la parte conclusiva della diciottesima edizione del concorso letterario "Poesia e natura nel Parco". La giornata comincerà con un'escursione da Tredozio fino a Lago di Ponte con guida. Alle 14, 30 - a seguire il pranzo - presso il centro visita avrà luogo il convegno dal tema "Le manipolazioni dell'uomo nella trasformazione climatica della natura: c'è un rinascimento possibile?". Saranno presenti e porteranno testimonianze Luigi Sacchini, presidente del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e campigna , Nevio Agostini vice-direttore, Oscar Bandini, storico ed esperto del territorio del Parco, Quinto Cappelli consigliere del Parco, Il sindaco di Tredozio e il presidente del comitato soci di Coop Adriatica. E' prevista anche la partecipazione di poeti e scrittori provenienti da Emilia Romagna, Toscana e Marche. I relatori saranno Giorgio Celli, poeta ed entomologo, dell'Università di Bologna, Carlo Cacciamani direttore del Servizio IdroMeteorologico - Arpa, Luciano Foglietta scrittore e giornalista. Il "Gruppo Slan-Sandra Mazzini", reciterà i testi prescelti. Presenterà i poeti Davide Argnani direttore della rivista L'Ortica.


Il concorso si prefigge di promuovere il rispetto dell' ambiente e contribuire alla salvaguardia della natura attraverso la mediazione della creatività artistica e letteraria.
La manifestazione è indetta dal Centro Culturale L'Ortica di Forlì, in collaborazione con Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona-Campigna, Coop Adriatica e Provincia Forlì-Cesena.

 

Si possono chiedere informazioni presso il Centro Culturale L'Ortica, Via Paradiso 4 - 47100 Forlì, tel. 0543. 29127, 0543. 402300 - 0543. 704627, e-mail: lortica@tele2.it; homer_g@tin.it

 

Domenica 21 l'escursione "La rotta dei cavalli: dove un esercito si sciolse nel nulla" ci porterà sul crinale tra Romagna e Toscana. A cavallo tra storia e leggenda l'associazione Guide esclusive ci immergerà in una misteriosa vicenda che rimanda alle gesta narrate da Giorgio Vasari sulle pareti delle sale di Palazzo Vecchio a Firenze... L'itinerario - che prevede il ritrovo a Bagno di Romagna alle 14, 30 - è a misura di escursionisti esperti. Ci si muove con mezzo proprio fino al Bivio per Ca' di Vado e da quella località si toccano Passo Rotta dei Cavalli, Poggio tre Vescovi e Fondone. Si rientra dopo cinque ore dove si è lasciate le macchine. Per informazioni ulteriori si può chiamare il centro visita del Parco Nazionale di Bagno di Romagna allo 0543. 911304 

 

E' possibile noleggiare mountain bike per escursioni e passeggiate nel Parco presso i centri visita di Badia Prataglia, Chiusi della Verna e Camaldoli, nel versante toscano, e di Campigna e Tredozio, nel versante romagnolo.

Per ulteriori informazioni su queste iniziative si possono chiamare i numeri 0575. 559477 (centro visita del Parco Nazionale di Badia Prataglia) o, dal lunedi al venerdi, dalle 9 alle 13, 0575. 503029 (ufficio informazioni del Parco Nazionale), promozione@parcoforestecasentinesi.it.

Tutte le iniziative sono anche sul sito: www.parcoforestecasentinesi.it 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -