Foreste Casentinesi, week-end con una spolverata bianca

Foreste Casentinesi, week-end con una spolverata bianca

Da questi primi giorni di freddo sembra proprio che l'escursione nel Parco delle Foreste Casentinesi "Ciaspolando la sera...nel Parco" prevista sabato, dalle 17 alle 20, godrà dei favori meteorologici auspicati al momento della sua pianificazione. Le ciaspole sono le moderne racchette per non sprofondare nella neve. Da poche ore il crinale tosco romagnolo è ricoperto da un soffice manto bianco e sono in corso nuove precipitazioni.

La proposta consiste in una uscita serale/notturna nel territorio del Parco Nazionale a cavallo tra la Toscana e la Romagna. Al termine ci sarà la possibilità di cena a prezzo convenzionato.

 

L'escursione "Guardando Pian del Grado", domenica, dalle 9 alle 14, porterà lo sguardo verso un villaggio documentato fin dal XV secolo come sede della guardie forestali dell'Opera di Santa Maria del Fiore di Firenze. L'itinerario ad anello toccherà, prima di rientrare, Fangacci, il rifugio Fontanelle, poggio Corsoio e il sentiero 329 GEA 00. Il percorso è lungo 12 chilometri. Il punto di ritrovo è - alle 9,30 - ai Fangacci. Martedi mattina invece, dalle 8 alle 14, "Nei boschi di Campigna" porterà, in un'itinerario ad anello, a costeggiare Sasso Fratino rientrando dal crinale nell'antica frazione granducale attraverso la strada delle Cullacce.


Per informazioni su tutte queste iniziative si può chiamare Romagna Trekking ai numeri 0543. 478078 e 347. 0950740info@romagnatrekking.itwww.romagnatrekking.it 

Sabato, a cura di Equinatura di Castagneto Picci, nelle colline sopra Pratovecchio, ci sarà "Cavalli, asini, natura...", attivita' rivolta a grandi, piccini e famiglie, per capire animali di grande fascino, senza dimenticare il divertimento, il relax e le emozioni.  Domenica mattina è prevista un'escursione a piedi nei dintorni di Romena (a piedi) per visitare le torri del castello e far vedere i vivai degli alberi di Natale. "Gli Alberi di Natale, un vivaio al Castello!" è in programma dalle 10,30 alle 13. Il percorso è facile e divertente, con un paesaggio denso di storia e panorami che si spingono verso la valle dell'Arno a sud ed i contrafforti del poggio Tesoro a nord.  La partenza è prevista per le 10 da Castagneto Picci. Lunedi mattina parte anche la passeggiata a cavallo di due giorni per scoprire il Casentino anche in autunno inoltrato. La prenotazione è obbligatoria per motivi organizzativi. 
Per contatti si può chiamare il centro equestre Equinatura ai numeri 340. 5252454 - 328. 3094444 (info@equinatura.it,www.equinatura.it).

"Gli amici dell'asino" di Casanova di Bibbiena (c/o Agriturismo Agricola Casentinese; www.gliamicidellasino.it; mail:amici.asino@alice.it; tel. 320. 0676766) sono convinti che: "Per passare il ponte vi basta un... asino!". Da sabato mattina a martedi pomeriggio, l'associazione propone due giorni all'insegna della lentezza, arte nella quale l'asino è "maestro". Lontano dai ritmi frenetici della vita quotidiana, per imparare a vedere le cose con gli occhi di questi animali. Docili e simpatici, adatti sia ai grandi che ai piccoli, offrono l'opportunità di trascorrere momenti all'aria aperta originali e alternativi. E' possibile soggiornare in agriturismo o, se dotati di camper, presso l'area sosta attrezzata. 

E' stata inaugurata giovedi e rimarra aperta fino al 17 dicembre la "Mostra fotografica su Sasso Fratino", di Alessandro Cappuccioni e Giorgio Amadori (Associazione Fotografi Naturalisti Italiani). Si tratta, a 50 anni dalla istituzione della prima riserva naturale integrale d'Italia, di un omaggio a "Sasso Fratino", cuore segreto del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna. E' un modo per testimoniare l'eccezionalità naturale del luogo e per ribadire la fondamentale importanza della conservazione della biodiversità. La mostra si inscrive nel programma di celebrazioni per "I primi cinquant'anni di Sasso Fratino" e raccoglie immagini straordinarie per offrire al visitatore uno sguardo su una delle più selvagge aree forestali d'Europa. In occasione del convegno nazionale sulla Riserva, dal 9 all'11 ottobre tra Santa Sofia e Bagno di Romagna, gli amanti di quest'area hanno già avuto modo di vedere l'interpretazione fotografica che gli ha voluto dare un grande fotografo naturalista, Andrea Barghi (che a Sasso Fratino ha dedicato il calendario del Parco di quest'anno).

La mostra è aperta martedì e giovedì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Lunedì, mercoledì e venerdì: dalle 10 alle 13.

Per informazioni si può chiamare il servizio Ambiente e sicurezza del territorio della Provincia di Forlì-Cesena al numero 0543. 714313.       

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -