Forlì, 2009 da dimenticare per l'edilizia. Cna: "E quest'anno andrà peggio"

Forlì, 2009 da dimenticare per l'edilizia. Cna: "E quest'anno andrà peggio"

Forlì, 2009 da dimenticare per l'edilizia. Cna: "E quest'anno andrà peggio"

FORLI' - Il 2009 è stato indubbiamente un anno particolarmente duro per le imprese del settore delle costruzioni e il 2010 si prospetta come un anno ancora più difficile per le nostre Imprese. "Molti - sostiene Cna - dicono che il peggio è passato, ma l'esperienza ci insegna che i segnali della crisi si sentono sempre un po' più tardi, mentre bisogna attendere a lungo per registrare gli effetti positivi della ripresa". Quadruplicate le ore di cassa integrazione dal 2008: da 83mila a 340mila

 

"Teniamo poi conto del fatto che, a causa del patto di stabilità, il settore pubblico non produce nuovi appalti: da gennaio a agosto 2009 i bandi pubblici sono stati pochissimi. Il privato è in difficoltà e si impegna in nuovi investimenti solo con grande cautela. Gli immobili, d'altro canto, non si  vendono".

 

I segnali di crisi sono evidenti nei dati della Cassa Edile: nel 2009 sono diminuite del 9,72% le ore lavorate rispetto al 2008 . Nei primi cinque mesi del 2010 siamo già ad una diminuzione, sempre di ore lavorate, che registra un calo del 12,69%. Per quanto riguarda le ore di cassa integrazione utilizzate nel periodo invernale: nel 2008 esse erano 83.724, nel 2009 198.870 ed infine nel 2010 340.993.

 

Le imprese artigiane guardano con grande preoccupazione l'anno in corso. Certo gli strumenti messi in campo dalle Associazioni di categoria (CNA e Confartigianato) sono di grande aiuto: pensiamo alla Cassa Edile, alla Scuola Edile, ai consorzi fidi per l'accesso al credito (la mancanza di liquidità è la difficoltà maggiore che incontrano le nostre imprese, mentre i committenti allungano i tempi di pagamento e il sistema bancario non sta aiutando il settore). Tutti questi strumenti rischiano, però, di non essere sufficienti. Se a breve non ci saranno forti segnali di ripresa il settore può entrare in una spirale recessiva molto pericolosa. Si tratta di resistere. Anche l'occupazione è a rischio.

 

La nostra Cassa Edile, nonostante il momento difficile, tiene. La conformazione delle nostre imprese, fatte di pochi dipendenti, e la storica elasticità delle Imprese artigiane nel ricercare lavori fa sì che vi siano stati nel 2009 in media meno licenziamenti rispetto ad altri settori. La stessa natura prevalentemente vocata alla ristrutturazione e alla costruzione di piccole nuove unità immobiliari ha influito positivamente sulle nostre imprese.

 

Nonostante queste preoccupazioni però la Cassa Edile e la Scuola Edile hanno guardato avanti migliorando i servizi alle imprese e ai lavoratori intensificando l'attività formativa per essere pronti e qualificati quando il settore si riprenderà. Solo nel 2009 sono stati organizzati 198 corsi per 4276 partecipanti fra lavoratori imprenditori e lavoratori autonomi Con questo spirito,  guardando avanti con fiducia, stiamo progettando la costruzione di uno stabile gemello a questo nel territorio Riminese per diffondere la cultura d'impresa, la sicurezza sul lavoro e la legalità delle Imprese del settore delle costruzioni.

 

 

Che cos'è la Cassa Edile

La CEDAIIER - Cassa Edile dell'Artigianato e della piccola Impresa Industriale in Emilia Romagna è stata costituita da ASSOEDILI ANSE CNA, ANAEPA Confartigianato, CASA, FILLEA CGIL, FILCA CISL e FENEAL UIL dell'Emilia Romagna e dei territori di Rimini, Forlì, Cesena, Parma e Piacenza in ottemperanza al Contratto Nazionale di Lavoro ed ha sede in Forlimpopoli in Via Maestri del Lavoro d'Italia, 129.

La CEDAIIER eroga alle imprese iscritte le integrazioni malattia ed infortunio dei dipendenti e raccoglie per le imprese le quote relative al Fondo comitato Paritetico per la Sicurezza e le quote per la Formazione in edilizia.

La CEDAIIER raccoglie dalle Imprese ed eroga ai dipendenti, la Gratifica Natalizia, l'erogazione APE Ordinaria e Straordinaria, tutte le Assistenze ed i Contributi spesa previsti.

 

Che cos'è la Scuola Edile

La Scuola Edile lavora per creare un'offerta formativa in grado di rispondere alle esigenze sempre maggiori che provengono dalle imprese e dai dipendenti del settore delle costruzioni. Un'attenzione particolare è data da sempre alla materia sicurezza: gli incidenti (purtroppo anche mortali), che si verificano nei cantieri, possono essere combattuti anche e soprattutto con una buona attività di formazione e prevenzione.

Tra i corsi che la Scuola offre possiamo citare, a titolo di esempio:

Primo soccorso corso base; Antincendio; Condizioni Sicurezza impianti sollevamento; Condizioni Sicurezza impianti movimentazione terra;

ma anche:

Capo cantiere; Lettura del disegno; Certificazione energetica edifici; Gestione della procedura del sistema qualità e molti altri.

 

 

 

Per informazioni:

https://www.cassaer.org

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -