Forlì: 400 persone al convegno sulla sicurezza del lavoro

Forlì: 400 persone al convegno sulla sicurezza del lavoro

Sburocratizzazione, formazione, innovazione. Queste le parole chiave del convegno "Sicurezza sul lavoro: le modifiche al D. Lgs 81/08", organizzato lunedì dall'U.O. Prevenzione  e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro del Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl di Forlì con la collaborazione dell'Inail Provinciale e Regionale. L'iniziativa, andata in scena in Camera di Commercio, a Forlì, ha visto un boom di partecipanti, con circa 400 iscritti, contenuti a fatica nelle due sale prenotate.

 

Il convegno è stato introdotto dagli interventi della dott.ssa Maria Grazia Stagni, Direttore sanitario dell'Ausl di Forlì, del sindaco di Forlimpopoli e presidente della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria, Paolo Zoffoli, e del dottor Beniamino Francesco Margiotta, vice Prefetto Vicario, la cui presenza ha testimoniato l'interesse prioritario che enti locali, Ausl e Prefettura dedicano al tema della sicurezza e salute sul lavoro.

 

Nella parte "tecnica" dell'assise,  seguita con attenzione dal numeroso pubblico, la dott.ssa Carla Castellucci, responsabile della sede provinciale dell'Inail, ha affrontato il tema dei rapporti fra Inail e aziende nell'ottica della collaborazione e della sburocratizzazione, mentre il dottor Lamberto Veneri e l'ingegner Paolo Ghini, dell'U.O. Prevenzione  e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro dell'Ausl di Forlì, hanno spiegato le novità legislative introdotte recentemente in materia. Quindi è stato il turno dell'ingegner Carlo Veronesi, direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica di Reggio Emilia, che ha illustrato le importanti novità che stanno maturando a livello nazionale riguardo al tema centrale della formazione per la sicurezza. Infine, il dottor Giovanni Lombardi, direttore del Servizio Prevenzione  e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro di Piacenza, ha presentato il Piano Regionale di prevenzione in Agricoltura.

È seguito un dibattito assai vivace, durante il quale gli esperti hanno dato risposta ai numerosi quesiti posti dai partecipanti.

 

Le conclusioni sono state tratte dal dottor Alessandro Crisci, direttore regionale dell'Inail, che ha confermato l'impegno dell'Ente per la prevenzione in termini di consulenza e incentivi economici alle aziende, e dalla dott.ssa Romana Bacchi, Direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl di Forlì, che ha sottolineato come la complessità del problema richieda non solo la collaborazione in rete dei soggetti pubblici e privati, ma anche un forte impegno per mantenere al massimo livello le competenze degli operatori. La dott.ssa Bacchi ha inoltre indicato come vada prestata particolare attenzione all'innovazione sia nella comunicazione con gli utenti sia nella ricerca di soluzioni e approcci preventivi sempre più efficaci, anche in sinergia con l'Università.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -