Forlì, 65esimo anniversario della Liberazione per "Non dimenticare"

Forlì, 65esimo anniversario della Liberazione per "Non dimenticare"

Forlì, 65esimo anniversario della Liberazione per "Non dimenticare"

FORLI' - "Non dimenticare". Questo lo spirito del 65esimo anniversario della Liberazione. "Siamo qui a parlarne ancora - sostiene il Sindaco, Roberto Balzani - per combattere quella 'banalità del male' che Hannah Arendt ci ha insegnato". Per ricordare le stragi di S. Tomè e Branzolino, Forlì ha ospitato Peter Venemeyer, primo cittadino di Greven, patria dell'ex ufficiale nazista, Heinrich Nordhorn responsabile degli eccidi del 1944. Deposte corone ai Lampioni dei martiri e al sacrario dei Caduti.

 

>LE IMMAGINI DELLA CELEBRAZIONE

 

"Provo profonda vergogna per i crimini commessi dai tedeschi in Italia". Così ha esordito Venemeyer, in piazza Saffi. "Essere qui oggi è un grande onore ed una responsabilità. Provo dolore nel rievocare gli eccidi, un dolore che unisce Greven a Forlì". Corone di alloro sono state deposte anche al cippo dei martiri di S.Tomè e Branzolino.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -