Forlì: a Palazzo Albertini la retrospettiva di Augusto Antonio Dirani

Forlì: a Palazzo Albertini la retrospettiva di Augusto Antonio Dirani

FORLI' - La mostra "Augusto Antonio Dirani. Una retrospettiva" è stata inaugurata sabato 28 febbraio dal Sindaco di Forlì Nadia Masini e dal Presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì Piergiuseppe Dolcini, alla presenza del Prefetto Angelo Trovato e dei famigliari dell'artista. La mostra, curata da Silvia Arfelli e promossa dal Comune (Assessorato alla Cultura - Servizio Pinacoteca e Musei), con il contributo della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, è allestita in due sedi: fino al 5 aprile in Palazzo Albertini (piazza Saffi, 50) e fino al 30 aprile nel Palazzo del Monte di Pietà (corso Garibaldi, 45).

 

Augusto Antonio Dirani (1897 - 1983) è stato uno degli artisti forlivesi attivi nell'esperienza del "Cenacolo Forlivese" negli anni venti del Novecento. Diplomatosi in disegno a Ravenna nel 1920 e iscritto all'accademia di Belle Arti di Roma che frequentò dal 1922 al 1924, Dirani si rivelerà una delle personalità più aggiornate e interessanti dell'intera area romagnola. Illustratore per il giornale argentino "La Prensa", a tutt'oggi uno dei quotidiani più autorevoli del paese sudamericano, nel 1930 ottiene un incarico di docenza presso l'Accademia di Belle Arti di Buenos Aires, città nella quale avvia anche un proprio studio di pittura che lo vedrà particolarmente attivo soprattutto nel genere del ritratto. Pittore fecondo e attento agli stimoli dell'ambiente artistico italiano, Dirani ha dipinto negli anni esclusivamente per sé, per la famiglia e per una ristretta cerchia di collezionisti che oggi, mettendo a disposizione circa duecento opere fra dipinti e disegni per questa esposizione allestita a ventisei anni dalla sua scomparsa, consentono di fare piena luce sulla figura di un artista che, chiamandosi fuori dal mercato dell'arte e dall'ufficialità delle esposizioni pubbliche, non era mai stata pienamente valorizzata.


In Palazzo Albertini sono allestite le opere pittoriche, relative in modo particolare al periodo degli anni '20-'50, mentre al Palazzo del Monte di Pietà è stata realizzata una sezione  documentaria sulla vicenda artistica e biografica del Dirani, accompagnata da un nucleo di opere di piccolo formato e dal corpus dei disegni storici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


La mostra, accompagnata dal catalogo a colori edito dall'agenzia "La Maya Desnuda" di Forlì che ha organizzato l'evento, è aperta al pubblico nei seguenti orari: Palazzo Albertini il Martedì, Mercoledì, Giovedì 16,30 - 19,00 e il Venerdì, Sabato e Domenica 10 - 12 e 16,30 - 19; Palazzo del Monte di Pietà dal Martedì al Venerdì 16,30 - 19 e Sabato e Domenica 10 - 13,30 e 14,30 - 19.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -