Forlì, a primavera 2011 la nuova edizione di FierAvicola

Forlì, a primavera 2011 la nuova edizione di FierAvicola

Forlì, a primavera 2011 la nuova edizione di FierAvicola

FORLI' - È stata presentata la 47esima edizione di FierAvicola, il Salone Internazionale Avicolo e Cunicolo che si terrà in Fiera a Forlì dal 7 al 9 aprile 2011. Il Presidente di Fiera di Forlì, Giorgio Grazioso, insieme ai rappresentanti della Provincia di Forlì-Cesena, della Camera di Commercio Provinciale e della Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna, ha svelato le caratteristiche dell'edizione 2011 della manifestazione, biennale, che conferma il suo appuntamento a primavera.

 

 Giorgio Grazioso, nell'aprire l'incontro ha confermato l'impegno del nuovo CdA, insediatosi a maggio, nella valorizzazione di FierAvicola, punto di eccellenza della Fiera di Forlì, che forte del percorso strategico di riposizionamento della manifestazione che è stato avviato dal 2010, intende caratterizzarsi entro l'edizione 2015 come punto di incontro irrinunciabile per gli operatori dell'avicoltura italiana e come vetrina per le eccellenze italiane del settore nei confronti di sempre più numerosi visitatori stranieri.

 

 "FierAvicola prosegue nel suo percorso di rinnovamento, con una consolidata ed efficace attenzione verso gli attori stranieri del mercato avicolo e cunicolo, anche grazie alle missioni che sono in corso per portare delegazioni di buyer ed aziende stranieri dei principali mercati esteri del settore - afferma Guido Sassi, Project manager della manifestazione e consigliere di Fiera di Forlì spa-. A questo si aggiungono i frutti del buon lavoro avviato nell'edizione 2009 della manifestazione, che stiamo in effetti già raccogliendo. È positivo infatti il riscontro da parte delle aziende contattate per partecipare alla manifestazione, al momento la tendenza è di un +20% nel numero di espositori. Alla luce di questi dati, la manifestazione occuperà tutti e quattro i padiglioni del quartiere fieristico. Ci attendiamo buone risposte anche dagli operatori stranieri che porteranno a Forlì ". Alberto Zambianchi, Presidente CCIAA Forlì-Cesna ha sottolineato come "la qualità del prodotto e la sua tracciabilità siano le leve su cui puntare perché i nostri operatori si affermino con successo e su questo FierAvicola deve inevitabilmente puntare". "Forlì è il centro dell'analisi e delle proposte per il mercato avicolo: FierAvicola in questo senso si configura all'altezza delle aspettative degli operatori", ha concluso Massimo Bulbi, Presidente Provincia Forlì-Cesena.

 

Un panorama espositori rinvigorito e variegato, quindi, anche dal punto di vista qualitativo, con una più fitta presenza di aziende rappresentanti del comparto delle nuove energie e dell'ambiente, dei macchinari ed attrezzature, oltre che dei servizi e infrastrutture per le imprese di allevamento. Su questi versanti il settore avicunicolo infatti mostra un significativo rinnovamento, sia grazie a nuovi operatori che fanno l'ingresso nel mercato, sia per l'elevato tasso di innovazione a cui molte aziende tendono per rispondere alle esigenze molteplici e sempre più complesse di allevatori e produttori.

A scegliere la vetrina di FierAvicola 2011 per presentarsi agli operatori nazionali e non solo, saranno anche aziende provenienti dall'estero: anche quest'anno giungeranno imprenditori da oltre confine, soprattutto del settore della macellazione delle carni e del confezionamento.

 

         Operatori italiani e stranieri confidano nella manifestazione per trovare risposte alle tematiche che riguardano il mercato, che in questi tempi sta vivendo un periodo di grande fermento, legato alle novità in atto, ai cambiamenti tecnologici ed all'adeguamento alla normativa comunitaria.

 

         Per garantire una platea di visitatori di qualità e confermare la vocazione di FierAvicola a luogo privilegiato di incontro tra gli operatori, è stato intensificato l'impegno da parte della Fiera di Forlì nell'attrarre pubblico straniero alla manifestazione, operando attraverso progetti di internazionalizzazione che sono stati presentati e hanno ottenuto finanziamenti per la loro realizzazione. In conseguenza a questo, l'organizzazione di FierAvicola sta procedendo nella definizione delle delegazioni estere che presenzieranno alla manifestazione. In collaborazione con Ice, la IBCD Group di Verona, e Camere di commercio forlivese e straniere, sono state invitate aziende del settore provenienti dalle nazioni in cui il settore avicunicolo è in crescita e costante sviluppo, insieme a rappresentanti dei Governi stranieri (Est Europa e Bacino del Nord Mediterraneo). L'obiettivo è quello di portare in Fiera una cinquantina di imprenditori provenienti dai paesi protagonisti oggi del mercato. Accanto a queste presenze strutturate si attendono anche visitatori spontanei grazie anche all'intensa attività commerciale che viene svolta in tandem con le organizzazioni di categoria estere dei singoli Paesi.

 

         FierAvicola come di consueto è anche occasione di confronto e riflessione sui temi principali ed attuali del settore: da quello tecnico scientifico, a quello commerciale e legato all'innovazione. Per questo anche per il 2011 è previsto un nutrito programma di eventi e convegni rivolti ai diversi attori che operano nel settore.

 

Due in particolare gli spunti proposti dalla Fiera di Forlì, uno agli allevatori in merito alle attrezzature ed alle risorse per l'adeguamento degli allevamenti alle norme in vigore dai prossimi mesi in merito al benessere animale. L'altro invece sulle risorse energetiche derivanti dai rifiuti dell'attività e, soprattutto, l'impatto ambientale di questi materiali, grazie a attrezzature, modalità e sistemi di smaltimento adeguati.

 

Inoltre anche quest'anno le principali associazioni di categoria del settore hanno scelto FierAvicola per incontrarsi e svolgere i principali momenti di incontro degli organi sociali e di confronto sull'aggiornamento scientifico e accademico: ASIC-Associazione Scientifica Italiana di cunicoltura, SIPA-Società Italiana di Patologia Aviare, WPSA- World's Poultry Scientific Association, che concentreranno i lavori delle loro attività sociali nei primi due giorni della manifestazione fieristica.

 

 

         Per fare di FierAvicola 2011 un palcoscenico in cui far vivere l'attualità del settore avicunicolo, accanto a Fiera di Forlì ci sono Avitalia, AssoAvi e partner istituzionali come la Camera di Commercio di Forlì-Cesena, la Provincia di Forlì-Cesena, il Comune di Forlì, la Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì.

Media partner di eccellenza è stato scelto Zootecnica International, rivista specializzata nel settore avicolo, che si rivolge al mercato nazionale, internazionale in lingua inglese ed a quello dell'est Europa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -