Forlì, a SediciCorto tocca ai giovani talenti forlivesi

Forlì, a SediciCorto tocca ai giovani talenti forlivesi

FORLI' - SediciCorto International Film Festival cresce, promuove e coccola i giovani talenti forlivesi. Emilia Romagna terra di sangiovese ma anche di cultura. E di cinema. Forlì non è da meno e nonostante l'etichetta di cittadina provinciale che non sembra riuscirsi a scrollare di dosso, porta alla ribalta nazionale molte giovani promesse della settima arte nazionale. Nomi che stanno sbocciando, che si sono aggiudicati diversi premi di caratura internazionale e che con le unghie e con i denti (leggasi dal basso, senza raccomandazioni) si stanno ritagliando un posto di tutto rispetto nel malmostoso panorama del cinema indipendente della nostra penisola.

 

Chiamatela tavola rotonda, chiamatelo incontro o conferenza, SEDICICORTO International Film Festival attraverso CORTI IN LOCO vuole dare uno spaccato dello stato dell'arte cinematografica nella nostra ridente Forlì. Pensata nella cornice de La Fabbrica delle Candele e con l'obiettivo di coinvolgere gli studenti degli istituti scolastici (medie inferiori e superiori), la giornata mira a mettere a nudo la carriera, i sogni e le speranze di cinque registi dallo stile, la poetica e la storia molto diversi.

 

Protagonisti del pomeriggio saranno Matteo Lolletti e Lisa Tormena, documentaristi per il quale  il cinema non è solo puro divertissement ma è il prisma che trasforma la tragica omertà italiana in verità. Per questo i loro lavori sono alla costante difesa di un diritto: di stampa, di lavoro, di pensiero... Alessandro Quadretti, fresco vincitore al Milano Film Festival del premio FAI il tuo film, e autore del fortunato documentario La Saponificatrice, dedicato all'inquietante figura di Leonarda Cianciulli, la serial killer di Correggio. Antonio Monti, da molti ricordato per i suoi progetti di gioventù La piadina assassina e Carnaza, è ora regista per diverse televisioni satellitari e autore di Monkey Boy, horror visionario applaudito nei migliori festival europei dedicati al cinema fantastico.

 

Alexander Cimini, fondatore di Cinescuola, si dedica a perfezionare il delicato connubio tra film didattico e cinema a tutto tondo. Con M.A.R.C.O. si è aggiudicato il premio miglior film al festival di San Giovanni Valdarno.

 

Storie, backround, vite diverse, ma una sola convinzione: il cinema non è morto. Dorme ed è necessario destarlo.

 

CORTO IN LOCO

Sabato 9 Ottobre 2010 ore 16,30

Fabbrica delle Candele, Piazzetta Corbizzi, 30 - Forlì

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -