Forlì, aeroporto. Affanno per i soldi della ricapitalizzazione Seaf: il PdL punta il dito

Forlì, aeroporto. Affanno per i soldi della ricapitalizzazione Seaf: il PdL punta il dito

Forlì, aeroporto. Affanno per i soldi della ricapitalizzazione Seaf: il PdL punta il dito

FORLI' - Due operazioni finanziarie intraprese dal Comune per il sostegno dell'aeroporto Ridolfi sono finite al centro dei question time dell'opposizione nel corso del consiglio comunale di mercoledì pomeriggio. Ad interrogare sono stati i consiglieri Fabrizio Ragni e Alessandro Spada del PdL. Le questioni sono il prestito blitz alla Camera di commercio per finanziare la ricapitalizzazione della Seaf e la mancata concessione di un credito da parte di Unicredit.

 

Sul primo caso ha risposto Balzani, che ha spiegato che il prestito si è reso necessario affinché la Camera di commercio subentrasse alla mancata ricapitalizzazione della Regione, a sua volta impegnata nella legge, approvata alcuni giorni fa, per l'holding degli aeroporti di Forlì e di Rimini. Per il sindaco il Comune rientrerà del prestito non appena la Regione onorerà i suoi impegni nei confronti della Camera di commercio. "C'è una ragionevole garanzia di recuperare il prestito fatto alla Camera di commercio". D'altra parte per un tale esborso la camera di commercio avrebbe potuto avere anche una crisi di liquidità :"Il bilancio di Camera di commercio è di 12 milioni, può avere dei problemi di liquidità- ha spiegato il sindaco -. Il nostro, invece è di 100 milioni".

 

Dura la replica di Ragni: "Come può un Comune prestare soldi ad una Camera di Commercio sulla base di due righe di richiesta non motivata? Sono due enti diversi, per altro la Camera di commercio gode di una salute migliore del Comune. Forse la Camera di commercio non credeva nell'operazione".

 

A rintuzzare al secondo question time, vale a dire la mancata concessione di un prestito di 759mila euro alla holding delle società partecipate Livia Tellus da parte della banca tesoriera del Comune, Unicredit, con il ricorso ad un altro prestito acceso presso la Bnl, risponde l'assessore al Bilancio Emanuela Briccolani: "La fiducia delle banche nei confronti dell'ente non è in discussione. Il Comune gode di una liquidità corrente di 15-20 milioni di euro, non ha difficoltà di accesso al credito. La mancata fidejussione per Livia Tellus da parte di Unicredit è dipesa solo ed esclusivamente dai tempi tecnici molto ristretti che non hanno permesso all'istituto di credito di valutare la pratica". Anche questi soldi sono serviti per finanziare il debito della società di gestione dell'aeroporto Seaf alla ricapitalizzazione di fine aprile.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -