Forlì: aeroporto, Baldini (LF) "Ricapitalizzazione a carico del cittadino"

Forlì: aeroporto, Baldini (LF) "Ricapitalizzazione a carico del cittadino"

FORLI' - Daniele Baldini, coordinatore del progetto politico "Libertà e Futuro" che già da tempo sta lavorando sul progetto per il rilancio dello scalo aeroportuale "Ridolfi" alla notizia del via libera della giunta comunale di Forlì alla copertura delle perdite e ricapitalizzazione di Seaf per un importo pari a 1 milione e 921 mila euro si chiede se "i cittadini sono a conoscenza che si tratta di denaro pubblico che non andrà a sostegno di interventi sociali".

 

"Noi - sottolinea Baldini - riteniamo che le attuali strategie logistico-finanziarie poste in essere per rilanciare lo scalo di Forlì non siano idonee all'attuale contingenza socio-economica per lo sviluppo ed il rilancio dello stesso. Come sono fermamente convinto che sarebbe stato penalizzante la nascita della " Holding regionale degli aeroporti".

 

"LF ha già predisposto un business plan per il rilancio industriale dello scalo di Forlì, un piano che si prefigge il break even point al quinto esercizio".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Oggi non spetta a noi risolvere questo problema in quanto ad amministrare la città ci sono altri. Sono convinto. comunque, che proprio lo scalo Ridolfi oltre ad essere strategico per la Romagna ed il suo sviluppo economico sarà materia determinante per il risultato della prossima primavera" ha concluso Baldini.

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di Pippo
    Pippo

    Concordo con voi, BALDINI si è affacciato alla politica da poco tempo e mi piace. Matteol ha espresso un pensiero simpatico, comunque devi sapere che in certi ambienti si utilizza quel linguaggio e pertanto non vedo nulla di strano.

  • Avatar anonimo di Mariachiara
    Mariachiara

    E' che le ose siano dette chiramente. E' facile coprire le perdite con i nostri soldi. Perchè questi amministratori non chiedono a noi se siamo disposti a tale operazione. Bravo Baldini continua con questa chiarezza ! Mariachiara

  • Avatar anonimo di stefano
    stefano

    capisco che il signor Matteol possa non sapere l'inglese, anche se oggi è lacuna grave, Il break even point è però abbastanza intuitivo da capire: è il momento in cui si raggiunge il pareggio di bilancio ed iniziano ad arrivare gli utili anzichè le perdite. Un piano simile le amministrazioni locali e la dirigenza della società, responsabili del dissesto, non l'hanno ancora presentato.

  • Avatar anonimo di Mauro-Lamb.
    Mauro-Lamb.

    Bravo Baldini, finalmente qulcuno che dice le cose come sono. Alla fine le scelte sbagliate le paghiamo noi cittadini. Spero veramente che LIBERTA' e FUTURO abbia il successo che si merita. Io vo sosterrò.

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Il commento di Baldini alla notizia della ricapitalizzazione e' legittimo e puo' anche essere condivisibile, ma personalmente ritengo che risulterebbe piu' credibile se facesse a meno dell'uso dei soliti "paroloni" inglesi che danno spesso solo l'impressione di essere utilizzati per gonfiare ed indorare le proprie affermazioni. Oltretutto se "business plan" puo' anche essere compreso, mi chiedo quanti sappiano cosa significa "il break even point al quinto esercizio" (io no, per esempio). Una maggiore chiarezza e semplicita' potrebbe contribuire a rendere la politica piu' vicina alle esigenze della gente comune, anziche' allontanarla da esse.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -