Forlì, aeroporto. Balzani durissimo: "Illusione fare progetti che bypassano il Comune"

Forlì, aeroporto. Balzani durissimo: "Illusione fare progetti che bypassano il Comune"

Forlì, aeroporto. Balzani durissimo: "Illusione fare progetti che bypassano il Comune"

FORLI' - "I giornali fotografano, sulla questione aeroporto, la caotica condizione della politica forlivese, attraversata dalle consuete litigiosità inframunicipali. Su questa strada non andremo mai da nessuna parte. La concessione trentennale alla Seaf è un risultato fondamentale per procedere alla svelta verso il tentativo di privatizzazione. Questo è il risultato dell'azione comune degli enti locali, della regione e anche di alcune componenti delle forze di governo": è il commento che viene dal sindaco Roberto Balzani sull'aeroporto.

 

Infatti, non sono morte nelle prime ore della notizia della concessione trentennale le polemiche sulla paternità di questo risultato, che se non coronato dal risanamento dei debiti e dalla privatizzazione difficilmente potrà essere considerata una "vittoria". E su quelle polemiche taglia corto Balzani: "Direi che accendere polemiche a questo proposito è semplicemente inutile. Ora ci aspetta il secondo ostacolo: effettuare la gara con trasparenza, assicurando nel contempo la sopravvivenza economica della Seaf. Il comune, nel rispetto delle leggi vigenti, farà pienamente la sua parte".

 

Quindi, dopo gli attacchi netti al sindaco, un pensiero al comitato di sostegno al Ridolfi: "Ora, pare comico che il Comitato Ridolfi detti le priorità dell'agenda, bacchetti il sindaco (azionista di maggioranza) e dia i voti ai politici, anziché esprimere le giuste preoccupazioni di operatori e lavoratori per il futuro dello scalo. Se il Comitato Ridolfi vuol fare il braccio armato di qualche forza politica o di qualche cordata finanziaria o di qualche potente della città (in servizio attivo o in disarmo), si accomodi: non ho alcun interesse a dialogare con persone che si pongono su un simile terreno".

 

Ma apre: "Se si parte da un presupposto diverso e più corretto, sono qua". Quindi l'avvertimento: "Aggiungo una postilla. La Seaf è di fatto in mano al comune di Forlì, che ne ha retto l'onere fino ad oggi. Ipotizzare che progetti, disegni, opzioni di privatizzazione o altro possano passare come missili sopra la testa del sindaco, senza che questi ne sia neppure informato, è pura illusione: prima o poi, i nodi verranno al pettine. E la mia unica preoccupazione è che tutto sia chiaro, trasparente, documentabile. Chi nuota o fa apnea nel fango non mi interessa".

 

Dalla Provincia, invece, arriva un appello all'unità. Così Guglielmo Russo: "Se l'obiettivo della concessione trentennale approvata da Enac è stato raggiunto è per l'impegno costante di tutte le istituzioni locali, in particolare della Regione, con l'assessore regionale ai Trasporti Alfredo Peri, del Comune di Forlì, col sindaco Roberto Balzani, e della Provincia di Forlì-Cesena, col presidente Massimo Bulbi, che hanno lavorato tutti assieme per ottenere questo importante risultato".

 

E ancora Russo: "Invece, non capisco sinceramente il senso di una polemica politica sulla ripartizione dei meriti, una polemica che è già vecchia e deleteria in sé, ma che lo è in particolare in questa fase, perché indebolisce il territorio, che deve restare concentrato sulle scelte per il futuro. Ora dobbiamo costruire una forte convergenza: ottenuta la concessione trentennale a Seaf, inizia adesso la vera sfida, che deve vederci uniti a lavorare assieme. Tutti, la politica, le istituzioni e le organizzazioni di categoria e delle imprese si devono impegnare ora per un obiettivo chiaro, che è quello di una società di gestione aeroportuale di area vasta, una società unica a due piste".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -