Forlì, aeroporto. Da aprile quattro nuovi voli con la Wizz Air

Forlì, aeroporto. Da aprile quattro nuovi voli con la Wizz Air

Forlì, aeroporto. Da aprile quattro nuovi voli con la Wizz Air

FORLI' - Quattro nuovi  voli verso il Nord-Est europeo: sono quelli che partiranno ad aprile dall'aeroporto di Forlì e saranno gestiti da una compagnia aerea nuova per la Romagna, la Wizz Air, la terza compagnia del mercato low cost in Europa. Ad annunciare i nuovi voli (uno dei quali sarà certamente per Varsavia) è stato il presidente della Seaf (la società di gestione dello scalo) Franco Rusticali, durante la presentazione del piano di rilancio dell'aeroporo alla Fondazione Carisp.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nessun dettaglio ulteriore viene fornito sui collegamenti aerei che saranno gestiti dalla nuova compagnia. Si sa che saranno complessivamente 4 le nuove destinazioni (che si aggiungono a quelle già previste con Wind Jet che paritranno da marzo) con 10 voli settimanali. Le destinazioni, ha precisato Rusticali, "verranno concordate con la Wind Jet per evitare sovrapposizioni o collegamenti con località tra loro vicine", come fece Ryanair quando annunciò (prima di abbandonare Forlì) il collegamento con Palermo in sovrapposizione a quello già esistente e gestito dalla Wind Jet. 

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di annibale
    annibale

    Credo che Re Artu' sia dispiaciuto (come me) che una citta' come Forlì non riesca ad esprimere le potenzialita' di cui dispone. Viaggio molto l'Italia per lavoro e come birillo penso che nella nostra citta' si viva bene, ma ho sempre quella sensazione d'incompiuto, come se ci accontentassimo. Penso alla parabola dei talenti, non sfruttiamo i doni che possediamo...mi sa per pigrizia ed indolenza.

  • Avatar anonimo di birillo
    birillo

    ReArtù, è grazie alla gente come te che questa città non è mai decollata, volendo mantenere un termine aeroportuale. Mi sembra invece che ci stiamo muovendo nel verso giusto, perchè molte cose si stanno realizzando e Forlì, finalmente, anche se in ritardo, sta uscendo dal suo torpore. Mi riferisco all'aeroporto, al campus, al polo aeronautico, alla tangenziale, alle mostre d'arte, alla popolazione che cresce, grazie agli extracomunitari (va bene lo stesso), e ad altre cose. Non capisco questo gusto masochista di certi forlivesi, specialmente quelli che dicono che in questa città non c'è niente e non si fa nulla, ignorando totalmente il suo fermento culturale che Rimini si sogna (anche se Rimini ha altre cose positive che Forlì si sogna) che vogliono vedere sempre in ginocchio questa bella e tranquilla città. Se fosse per quelli come te Forlì dovrebbe stare in provincia di Bologna ! Se non ti va bene come stiamo qui, va ad abitare altrove, poi ne riparliamo: io sono stato a Milano, in Brianza, a Pavia, a Piacenza e Cremona per molti anni, ma non vedevo l'ora di tornare. Forse non ho capito nulla, ma io da qui non mi muovo più. Oppure, invece di lamentarti, prova, se ci riesci, a proporre qualcosa di buono per Forlì, magari con critiche costruttive. Non voglio tirate in ballo la politica, ma mi pare di capire da che parte stai: quelli che si lamentano e basta...chiudo qui.

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Ben detto Mau, non so chi ci sia dietro a coloro che fanno certi commenti. Sicuramente non un Forlivese, che non potrebbe non accogliere con soddisfazione ed orgoglio una notizia positiva come questa. E' poi vero che molti forlivesi, con la effe minuscola, si compiacciono per i fallimenti e i declini vari e poi sono ben contenti di correre nelle altre città a fruire dei servizi che non trovano nella loro.

  • Avatar anonimo di mau
    mau

    ormai defunta? a me sembra al contrario un aeroporto vivo e vegeto che sta aprendo sempre nuove rotte. la crisi semmai ce l ha bologna che sta perdendo passggeri ogni mese malgrado il "patto con il diavolo" con la ryan. il 2009 sarà decisivo per il ridolfi, il vero nemico non è bologna o rimini ma i soliti forlivesi piagnoni che vorrebbero sempre chiudere tutto.

  • Avatar anonimo di ReArtù
    ReArtù

    Cambiano i suonatori ma la musica è sempre quella. Continueremo a sprecare energie per tenere in coma una struttura ormai defunta? Io spero che la prossima amministrazione locale dia una risposta concreta a questa vicenda.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -