Forlì, aeroporto. Gagliardi (Pdl): "Colpa di Tremonti se l'aeroporto è stato gestito male?"

Forlì, aeroporto. Gagliardi (Pdl): "Colpa di Tremonti se l'aeroporto è stato gestito male?"

Forlì, aeroporto. Gagliardi (Pdl): "Colpa di Tremonti se l'aeroporto è stato gestito male?"

FORLI' - Stefano Gagliardi, capogruppo del Pdl in consiglio provinciale di Forlì-Cesena, attacca presidente della Provincia e sindaco di Forlì sulla scelta di chiedere formalmente un incontro al presidente di Enac, Vito Riggio, per discutere della concessione trentennale del sedime aeroportuale a Seaf. "Tutto questo risulta abbastanza paradossale, quasi fosse colpa di Tremonti - dice Gagliardi -, che  l'aeroporto sia  stato gestito talmente bene dalla sinistra locale e regionale da determinare un deficit di 24 milioni di euro in 6 anni".

 

"Forse potrebbero recarsi con urgenza anche dal Presidente della Regione Emilia Romagna - attacca Gagliardi -, per chiedere come mai non si sta lavorando allla realizzazione della holding dei quattro aeroporti regionali così come previsto all'interno dello studio redatto dalla società di consulenza KPMG per conto della Regione stessa, pagato con soldi pubblici, che vedeva Forlì dedicato al low cost, Rimini ai charter e Bologna al business e consentire, di conseguenza, quella programmazione indispensabile a garantire l'equilibro fra i diversi scali avendo come obbiettivo lo sviluppo e la crescita dell'intero territorio regionale, nonché la fine di una dispendiosa "guerra" fra gli scali interessati".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di malatesta
    malatesta

    Ancora con questa storia del sistema regionale. Ancora non si è capito che a Rimini soprattutto ma nemmeno a Bologna hanno intenzione di tagliarsi un braccio per salvare una struttura in perdita. Il cosidetto piano è stato sonoramente bocciato allora perchè era una fregatura solenne soprattutto per rimini. Le cose inoltre non si decidono come nella russia sovietica a suon di diktat e piani quinquiennali. Stupisce la richiesta da parte di un anticomunista, si suppone, di adottare una scelta comunista. E' il mercato che decide e le scelte devono assecondare il mercato, forse costui non lo sa?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -