Forlì, aeroporto. Il mondo delle imprese: "Trattare con Venezia, sistema regionale inadeguato"

Forlì, aeroporto. Il mondo delle imprese: "Trattare con Venezia, sistema regionale inadeguato"

Forlì, aeroporto. Il mondo delle imprese: "Trattare con Venezia, sistema regionale inadeguato"

FORLI' - Anche il mondo produttivo locale si muove a sostegno del futuro dell'aeroporto di Forlì. Lo fa con una presa di posizione del mondo associativo in cui si plaude alla manifestazione di interesse per la privatizzazione dello scalo presentata dalla società veneziana "Save" e in cui si spronano i soci a non trascurare alcun dettaglio nello svolgimento della trattative. "Il potenziale industriale dello scalo forlivese non è autoreferenziale bensì attrattivo", dicono.

 

La posizione vede unite in una sola voce Confindustria, Legacoop, Confcooperative, Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confapi e Agci. "Allo stato attuale - affermano le associazioni - le politiche per la riorganizzazione e lo sviluppo industriale del sistema aeroportuale sono incerte e quindi inadeguate per le aspettative e la salvaguardia dell'aeroporto di Forlì".

 

"A tal proposito, ritengono naturale e giusto che i soci, e solo i soci, di un'azienda importante come la SEAF - aggiunge il mondo produttivo locale -, che sviluppa un indotto di svariati milioni di euro a favore di tutto il nostro territorio, non si sottraggano al confronto commerciale con SAVE, anche se essa è operante in altre regioni. Peraltro l'interesse della Società SAVE evidenzia che il potenziale industriale dello scalo forlivese non è autoreferenziale bensì attrattivo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti (13)

  • Avatar anonimo di Tomcat
    Tomcat

    Sono semplicemente allibito di fronte a quello che ha scritto il Signor Zac: non capisco assolutamente questa presa di posizione. Nessuno ha scritto che con Save si sia già concluso nè che questa offerta sia la panacea di tutti i mali. Sicuramente è un passo verso la tanto auspicata (da noi lavoratori, precari e non, del Ridolfi) privatizzazione che permetterà di valorizzare la nostra Forlì: un buon Aeroporto è sempre un valore aggiunto per ogni città. In tanti farebbero carte false per averlo e il Sig. Zac vorrebbe chiuderlo! Ma si dai, dopo aver perso la provincia di Rimini, essere stati accorpati a Cesena, dopo aver perso il centro storico, dopo gli scippi di Ryanair e Windjet, chiudiamo anche il Ridolfi e al suo posto costruiamo case per tutti gli abusivi che si riuniscono in Piazza Saffi: ci penseremo noi ex-dipendenti a costruirle, visto che dovremo cambiare lavoro! Spero che le nostre istituzioni e coloro che decideranno il futuro del NOSTRO Aeroporto si rendano conto che la maggior parte dei Forlivesi non ragionano come il Sig. Zac.

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    @zac La peggio porcata dell'affaire Alitalia è che ci fu la scelta politica di regalare a una cordata di italiani quello che i francesi avrebbero pagato. Sono sicuro che a Forlì non si farà un analogo errore, e si valuterà l'offerta e non la regionalità dell'impresa, Se poi i bolognesi e riminesi che sono venuti a fare campagne acquisti a Forlì si troveranno un competitor tosto a 50 chilometri da casa... chi semina vento...

  • Avatar anonimo di dalgisa d.r.
    dalgisa d.r.

    p.s. @ Confesercenti (che manca nell'elenco) ....e voi cosa fate? Dormite??!

  • Avatar anonimo di dalgisa d.r.
    dalgisa d.r.

    @ zac ...non credo che il piano industriale di Seaf, con la pista e la torre di controllo in ordine, la concessione trentennale, le aree manutenzione, merci e "galleria commerciale" pronte per essere realizzate, valga meno di 1 euro... e secondo me quelli di SAVE, che sembrano decisamente cazzuti, se ne devono essere accorti. Comunque, come dice Dorian, non mi voglio fare illusioni: ora la questione si fa molto delicata e TUTTI i forlivesi devono stare con gli occhi bene aperti!! Dopo di che, se insieme a SAVE il Ridolfi decolla, è un problema di Rimini se sta a 40 Km! D'altra parte fino ad ora hanno avuto "tanta bocca", ma sempre circa la metà dei passeggeri di Forlì!!!

  • Avatar anonimo di zac
    zac

    se pensiamo che Save possa pagare qualcosa siamo sulla luna, al massimo mi aspetto un'altra porcata come Alitalia (debiti al pubblico e valore al privato). I 40 km sono riferiti a Rimini, e non è possibile mantenere due scali così vicini senza dimenticare che Bologna è a 80 km. Se si accollassero tutti i debiti come dice annibale andrebbe benissimo, ma credo che questa eventualità possa esistere solo sulla testa di Pini (grande manovratore dell'operazione), ma prima o poi sapremo (almeno lo spero) qual'è l'offerta economica, allora si che ci sarà da ridere (o meglio, piangere).

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Concordo con Zac in parte. Non mi faccio illusioni e ho sempre scritto in tutti i miei post (fin dal primo) che la bontà o meno della cosa dipende dai soldi. Ma almeno l'offerta SAVE è una alternativa. A chiudere tutto con un lucchetto e a creare un altro, enorme spazio vuoto si fa sempre a tempo. Non è un problema di investimenti, se si privatizza il comune i soldi li prende, non li paga. Se poi è un pessimo investimento, il problema sarà di SAVE, non del comune. Infine, l'aeroporto di Forlì dista più di 40 Km da quello di Venezia.

  • Avatar anonimo di annibale
    annibale

    @zac fosse 1 euro l'offerta e si accollassero i debiti con mantenimento dei posti di lavoro....sarebbe da accettare ad occhi chiusi.

  • Avatar anonimo di zac
    zac

    nessuno o pochissimi hanno visto l'offerta economica di Save, ma tutti stanno sponsorizzando a spada tratta la cordata di Venezia, ho paura che fra un po' ci dovremo scontrare con la realtà, spero che prima o poi si smetta di credere alle favole. E' anacronistico è assolutamente antieconomico mantenere due scali a 40 km uno dall'altro, non ci sarà nessun bisogno che Bologna boicotti l'operazione (a meno che non ci faccia comodo crederlo), l'operazione è fallimentare per conto suo. Investiamo in cose più importanti la montagna di soldi che buttiamo al Ridolfi.

  • Avatar anonimo di giulianopedulli
    giulianopedulli

    L'ampio consenso che sta registrando l'ipotesi di un matrimono con Venezia, è incoraggiante. Poichè non sarà indolore, sono certo che questo fronte reggerà fino alla fine e saprà assumersi anche eventuali oneri, senza lasciare da soli gli Enti locali. Occorre tener presente, infatti, che ove si realizzasse il Corridoio Stradale Adriatico, E/55 Mestre-Roma, via Ravenna e Cesena, il sistema sovraregionale assumerebbe un valore ancora maggiore. Ora, io sono sempre stato sostenitore di un sistema emiliano-romagnolo che fosse efficace per tutti i territori, ma quando c'è chi gioca a pigliatutto, occorre andare a vedere anche altre opzioni. E andranno combattute tutte le interferenze improprie.

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Io resto terrorizzato dall'idea che Bologna boicotti l'operazione ... entrare (seriamente) in area SAVE sarebbe troppo bello ...

  • Avatar anonimo di Matteo1
    Matteo1

    E se lo dicono loro sarà forse ora di svegliarsi no? Dai che è ora di svegliarsi, l'aeroporto ha una seria possibilità di riprendersi con un gruppo importante!

  • Avatar anonimo di corso.rossi
    corso.rossi

    Che strana la politca forlivese: anzichè persone che applaudono perchè qualcuno vuole risollevare l'aeroporto ci sono forze politiche che contrastano chi ha presentato richiesta specifica. Contrastare la SAVE è di una ottusità politica epocale..alla stessa stregua che cercare di distruggere la sanità o portare Sapro a dove è arrivata.Sono scelte assolutamente incomprensibili da parte di chi ha avuto un mandato elettorale di fiducia da parte di cittadini che forse volevano risultati diversi.Io sono tra quelli: sicuramente alle prossime elezioni cambierò voto

  • Avatar anonimo di Tomcat
    Tomcat

    Finalmente la Forlì che lavora e produce sta aprendo gli occhi: fra l'altro, da una previsione IATA, entro il 2014 ci sarà un incremento dei passeggeri di circa 800 (ottocento) milioni, grazie all'effetto trainante della Cina. Meditate gufi, meditate....

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -