Forlì, aeroporto. L'Idv chiede la testa del presidente Seaf Rusticali

Forlì, aeroporto. L'Idv chiede la testa del presidente Seaf Rusticali

Forlì, aeroporto. L'Idv chiede la testa del presidente Seaf Rusticali

FORLI' - "Dopo l'arrivo della tanto attesa risposta da parte di ENAC sulla concessione totale è necessario fare un bilancio sulle attività dell'ultimo consiglio di amministrazione. Italia dei Valori si esprime molto negativamente rispetto alle operazioni svolte e le politiche di bilancio adottate, soprattutto alla luce dei dati emersi dall'ultima assemblea che evidenziano un ulteriore aumento del debito anziché un recupero": va all'attacco Federico Balestra, capogruppo IDV Comune di Forlì.

 

"Riteniamo inoltre dubbie, insufficienti e lacunose le motivazioni che hanno spinto i consiglieri in quota al comune di Forlì ed alla provincia alle dimissioni, che, vogliamo ricordarlo, non sono il primo episodio in questi anni. C'è da chiedersi in che modo il presidente di SEAF intenda presentare la società il giorno della privatizzazione, ormai al limite del fallimento e sopravvissuta esclusivamente grazie allo sforzo delle amministrazioni pubbliche che le ritengono necessario come ricaduta nel territorio", sempre Balestra andando dritto al Cda della Seaf, dopo la notizia che l'aeroporto si è messo in salvo con la concessione Enac.

 

"Proprio per questo motivo il gruppo di Italia dei Valori in consiglio comunale si è espresso in modo favorevole al salvataggio della società. Ad un passo dalla meta, e nonostante le aspre critiche più volte espresse, abbiamo ritenuto opportuno investire sulla società. Non ci siamo tirati indietro dalle responsabilità che abbiamo nei confronti della città pur conoscendo bene i rischi personali che ciò comporta. Siamo fermamente convinti che sia vergognoso uscire dall'aula al momento del voto, e che questo abbia un solo significato: non volersi assumere responsabilità non appena si rischia qualcosa di tasca propria, mentre è accettabile rischiare sulle tasche del cittadino".

 

Di fatto Balestra chiede la testa del presidente Seaf Franco Rusticali: "Ma non possiamo certo chiudere gli occhi sulla mancanza di risultati sul piano industriale presentato dal presidente Dott. Rusticali, piano integralmente disatteso dalla società. Il gruppo di IDV durante l'ultimo consiglio comunale si è dato immediatamente disponibile all'istituzione di una commissione d'inchiesta presentata dall'opposizione e ne rinnova l'impegno. Riteniamo di importanza fondamentale per i cittadini capire se ci sono responsabilità effettive sugli scarsissimi risultati ottenuti dalla gestione. Torniamo a sottolineare che non siamo disponibili a votare ulteriori salvataggi di SEAF con i soldi dei contribuenti, mentre riteniamo sia assolutamente dovuta la richiesta di dimissioni dell'intero consiglio di amministrazione che ha mancato tutti gli obiettivi e le aspettative relative allo scalo aeroportuale".

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    Ma la testa andrebbe consegnata all'ufficio del vice sindaco, presso i giardini Orselli?

  • Avatar anonimo di Federico
    Federico

    Palmiro, Rusticali ha lavorato così bene che la lega stessa ha chiesto una commissione d'inchiesta.

  • Avatar anonimo di P.Kc.
    P.Kc.

    Dimissioni inopportune. Un presidente contiguo alla Lega Nord può fare sempre comodo, per tenere i rapporti col governo

  • Avatar anonimo di P.Kc.
    P.Kc.

    Speriamo che sia la volta buona. Sono 20 anni che si dice ancora uno sforzo poi l'aeroporto camminerà da solo. Poi sono curioso di vedere gli sono i privati disposti a rimetterci tanti soldi

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -