Forlì, aeroporto. Pini (Lega) attacca il PdL: "Nervegna e soci hanno perso lucidità"

Forlì, aeroporto. Pini (Lega) attacca il PdL: "Nervegna e soci hanno perso lucidità"

Forlì, aeroporto. Pini (Lega) attacca il PdL: "Nervegna e soci hanno perso lucidità"

FORLI' - "Le sconcertanti dichiarazioni di alcuni esponenti del PDL locale sulla ricapitalizzazione della SEAF durante l'ultimo consiglio comunale rischiano di determinare una spaccatura insanabile tra la Lega e il PDL a livello locale". Questo il primo commento di Gianluca Pini della Lega Nord, il quale prende l'occasione per ricordare che "il sostegno all'aeroporto era uno dei punti fondamentali del programma elettorale del centrodestra alla scorse amministrative forlivesi".

 

"Evidentemente, le cose sono cambiate per i pidielline ce ne siamo accorti tutti. Oggi, a differenza di ieri, c'è un Popolo della Libertà forlivese che non risponde più a nessuno, che non ha una linea politica univoca e che più di una volta ci ha messo in imbarazzo a livello locale, proprio a causa dei continui trasformismi democristiani e delle fazioni  e frizioni interne "

Non ci va certo leggero il massimo esponente della lega in Romagna nei confronti di Nervegna e soci: "Nervegna dopo che ha perso le elezioni ha perso lucidità; lo capisco, ma non dia la colpa alla Lega della sua sconfitta, regoli i suoi conti internamente al PDL. Le sue parole in merito alla volontà suicida di far fallire SEAF sono veramente folli, ma ancor più gravi sono le sue dichiarazioni quando si dice convinto che ci siano contatti tra Vasco Errani e Luca Zaia per un accordo che faccia sostanzialmente fallire l'interesse della SAVE per l'aeroporto di Forlì".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' scontato che Errani non veda di buon occhio la privatizzazione - ha commentato Pini - ma in quanto a Zaia non v'è dubbio che sostenga la privatizzazione, se non fosse stato per lui Save non si sarebbe accorta delle potenzialità di Forlì. Bene ha fatto - continua Pini - il nostro Capogruppo Aprigliano ad intervenire duramente contro l'incoerenza politica espressa in consiglio dal PDL, così come bene ha fatto a ricordare che pur di difendere l'aeroporto forlivese e i suoi lavoratori siamo disposti a tutto: anche a fare patti con il diavolo, figuriamoci quindi con il PD nostrano che, a quanto pare, sul tema aeroporto è certo più affidabile del PDL o, meglio di coloro che oggi hanno la pretesa di rappresentarlo a livello locale."

Proprio su questo passaggio, il parlamentare non si lascia sfuggire l'occasione per ricordare che "se dovesse essere necessario, su questi spiacevoli comportamenti che minano una parte importante dell'economia forlivese e che minano in modo irrimediabile i rapporti di alleanza con il PDL sono pronto a segnalare le incongruenze e la sua totale inaffidabilità a chi, sia a livello regionale che nazionale, può far tornare la ragione agli esponenti del PDL"

Pini ricorda infine che "non verrà consentito più a nessuno di minare la privatizzazione in corso" dicendosi pronto a denunciare a tutti i livelli "comportamenti che sempre più appaino interessati a far fallire per scopi occulti la possibilità da parte di SAVE  di entrare nella compagine maggioritaria della Seaf. Non mi sorprenderebbe - spiega PINI - che dietro a tali comportamenti ci fossero anche interessi personali di qualcuno. Non vedo francamente altra spiegazione. I forlivesi tutti - ha concluso il deputato forlivese - ricorderranno di certo che la LEGA NORD, a tutti i livelli, è sempre stata coerente e leale negli impegni presi: da parte del PDL invece, per ora  meglio lasciar perdere. Mi aspetto uno scatto di orgoglio almeno da parte di Bartolini."

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    bravo Pini, il termine "trasformismi democristiani" e' assolutamente perfetto per questa gente. Spiace che a livello nazionale la Lega continui invece a sostenerli, se si smarcassero tutto il paese ne guadagnerebbe.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -