Forlì, ai giardini Orselli cercava di piazzare in un cantiere gli attrezzi rubati

Forlì, ai giardini Orselli cercava di piazzare in un cantiere gli attrezzi rubati

Forlì, ai giardini Orselli cercava di piazzare in un cantiere gli attrezzi rubati

FORLI' - Tre furti con un colpevole e refurtiva restituita ai legittimi proprietari. E' il bilancio dell'attività dei carabinieri di Forlì. Il colpo più grosso messo a segno è il recupero di attrezzi professionali sottratti ad un artigiano edile di Lavezzola, in provincia di Ravenna. La refurtiva aveva un valore di circa 10mila euro al nuovo. Gli attrezzi erano stati derubati in un capannone a metà settembre e sono stati ritrovati in una cantina in centro a Forlì.


> LA REFURTIVA RECUPERATA, LE FOTO

 

Il tutto è partito da un'attività di controllo del nucleo radiomobile dei carabinieri in piazza delle Erbe, sul gruppo noto di soggetti che si intrattiene nel giardinetti, più volte oggetto di protesta dei residenti per il degrado della zona. I militari, in particolare, hanno notato un uomo di 48 anni staccarsi dal gruppo e raggiungere un vicino cantiere edile di via delle Torri. Ne è nato un accertamento prima sul posto o poi nell'abitazione del soggetto. In cantina sono comparsi gli attrezzi da lavoro.

 

L'uomo ha tentato di giustificarsi spiegando di averli avuti dal padre per lavorare in nero in alcuni cantieri, ma dal numero di matricola e da un referto di consegna di un corriere espresso si è risaliti molto facilmente al legittimo proprietario, l'artigiano ravennate che li aveva comprati appena poche settimane prima. E' probabile che il 48enne avesse tentato di piazzare gli arnesi nel cantiere di via delle Torri. Per lui è scattata la denuncia per ricettazione.

 

Arrestati per furto, invece, due stranieri: una giovane albanese di vent'anni che venerdì ha tentato di rubare cosmetici e borse per un valore di 135 euro dall'OVS di corso Garibaldi. Il furto è stato scoperto grazie al dispositivo anti-taccheggio. La ragazza è stata seguita da alcune dipendenti del grande magazzino e si è rifugiata nel vicino hotel Masini, mettendosi in trappola in vista della veloce cattura da parte dei carabinieri.

 

Il secondo arresto, invece, è scattato nei confronti di un rumeno di 51 anni, senza fissa dimora, che al mercato ambulante di venerdì, è stato sorpreso a rubare una trapunta del valore di cento euro. Una identica era sparita, nella stessa mattina, dalla stessa bancarella. Sono scattate le manette, Entrambi gli arresti sono stati convalidati dall'autorità giudiziaria.


Commenti (4)

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    @Davide3/1 Immagiano tu viva insieme ad Alice nel suo paese...quella zona di Forlì è da oltre 30 anni meta di tossicodipenti, spacciatori, senzatetto, ricettatori, etc..periodo estivo escluso...quasi...ormai ucciderete anche quello. @Davide3/2 Sai a cosa servono gli atrezzi da LAVORO??? Sai che succede quando te li ciulano??? @Davide3/3 Puoi fare di più....

  • Avatar anonimo di Porch
    Porch

    Oggettivamente è difficile pernsare che una zona in cui i locali più inn sono la pasticceria BIFFI e il pub GIARDINI ORSELLI non divenga facile recettario della malavita forlivese. Abbandonata a sè, quest'area, senza l'innesto di qualche idea innovativa dal punto di vista del divertimento e al limite della cultura, è destinata ad una brutta fine.

  • Avatar anonimo di Davide3
    Davide3

    Ai giardini Orselli ci sono 4 sbandati che fanno della cagnara, penso che vadano tenuti d'occhio ma senza esagerare. E' meglio che la polizia si concentri più sulla criminalità organizzata che su pochi sbandati che commettono piccoli furti.

  • Avatar anonimo di R_I_C_K_
    R_I_C_K_

    penso 2 cose: ogni giorno c'è una notizia su questa testata che all'OVS gli stranieri rubano sempre qualcosa...e che i giardini orselli sono sempre zona piu che malfamata e orribile. penso sia ora di intervenire e di finirla perche ne vale l'immagine della citta

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -