Forlì, ai Musei San Domenico uno spazio dedicato a Cesare Majoli

Forlì, ai Musei San Domenico uno spazio dedicato a Cesare Majoli

FORLI' - La mostra "Fiori. Natura e simbolo dal Seicento a Van Gogh", già visitata da oltre 70.000 persone, ha riservato a Cesare Majoli alcune sale della sezione sulla pittura fiorista dal Seicento all'Ottocento, ovvero sull'interesse naturalistico e sulle scuole europee.

 

Francesco Antonio Maioli (Forlì, 1746-1823), entrato nell'ordine dei Gerolomini con il nome di Cesare, fu infatti un eminente naturalista - oltre che docente di teologia a Imola, di filosofia a Roma, di fisica sperimentale a Ferrara e a Fano e infine di elementi di geometria a Forlì - e come tale realizzò innumerevoli tavole volte ad inventariare ed ordinare i diversi aspetti del mondo naturale romagnolo, dai fiori agli insetti, dai pesci agli uccelli, meritando il duplice plauso di Pietro Zangheri, che ne ammirò sia le doti scientifiche che quelle artistiche osservando come «molte delle sue tavole siano veramente magnifiche, per la bellezza del disegno e per l'intonazione di tinte».

 

Alla sua opera - conservata per tanta parte nel Fondo Antichi della biblioteca civica forlivese - la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, l'Accademia Nazionale d'Agricoltura e il Comune di Forlì hanno deciso di dedicare una giornata di studi mercoledì 9 giugno 2010, a partire dalle 16,30 presso i Musei San Domenico (a Forlì, in piazza Guido da Montefeltro).

 

Dopo gli interventi di saluto del Presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì Pier Giuseppe Dolcini e del Sindaco della Città di Forlì Roberto Balzani, saliranno sul palco per le relazioni scientifiche Giorgio Amadei, Presidente dell'Accademia Nazionale d'Agricoltura, Antonella Imolesi Pozzi, Responsabile Fondi Antichi, Manoscritti e Raccolte Piancastelli della Biblioteca Comunale "A. Saffi" di Forlì, Giuseppe Olmi, Professore di storia moderna dell'Università di Bologna, Bruno Marangoni, Professore di arboricoltura generale e coltivazioni arboree presso l' Università di Bologna, e Lucia Tomasi Tongiorgi, Professoressa di storia dell'arte moderna dell'Università di Pisa.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -