Forlì: al teatro "Il piccolo" lo spettacolo "Il lupo e i sette capretti"

Forlì: al teatro "Il piccolo" lo spettacolo "Il lupo e i sette capretti"

FORLI' - Prendono il via domenica 7 dicembre alle ore 16.00 al Teatro Il piccolo di Forlì, gli appuntamenti con la rassegna A teatro con mamma e papà dedicata ai giovani spettatori e alle loro famiglie. Il primo spettacolo ad andare in scena sarà Il lupo e i sette capretti, nella versione dei fratelli Grimm che prosegue il percorso di Tanti Cosi Progetti sulla fiaba classica. In scena, autori e interpreti della pièce, saranno Danilo Conti e Antonella Piroli.

Sei ingenui capretti finiscono nella pancia del lupo! Solo il più piccolo sfugge alla sua bocca vorace. Insieme alla mamma, con astuzia e coraggio, salverà i fratellini...


Questa fiaba è il punto di partenza di un lavoro che ha portato TCP ad una messa in scena con figure nella quale, parallelamente alla ricerca sul linguaggio della favola, approfondisce il lavoro sulle tecniche di animazione che da sempre caratterizzano le sue produzioni.


Inoltre Il lupo e i sette capretti succede alle precedenti messe in scena, I tre porcellini e Cappuccetto Rosso, creando un percorso sulla figura del lupo e di tutto quello che essa rappresenta nell'immaginario semplice e istintivo dell'infanzia e più complesso ed elaborato dell'età adulta.

Ne Il lupo e i sette capretti c'è l'inesperienza e l'ingenuità di sette caprettini che non conoscono il mondo e che si fidano delle apparenze. C'è la paura, c'è l'indifferenza, c'è il quieto vivere da parte di altri personaggi della storia che pur intuendo i progetti del lupo, non ne ostacolano l'operato. C'è il camuffamento della voce, c'è il cambiamento di aspetto del lupo. C'è la casualità per cui sei capretti vengono divorati e uno si salva. C'è il settimo capretto, per fortuna, a raccontare alla mamma quello che è successo. C'è il disperato ed efficace tentativo di mamma capra che non solo salva la prole, ma neutralizza la minaccia. C'è la pancia del lupo che viene aperta con un taglio e l'estrazione di coloro che sono stati divorati. C'è il ricordo della brutta avventura che sarà insegnamento per il futuro...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Le fiabe sono fatte per essere raccontate, e diversi sono i modi per poterle raccontare. Forse il più comune è quello della narrazione (anche i genitori leggendo le fiabe ai figli diventano narratori, cercando di raccontare i fatti, creando un'atmosfera che catturi l'attenzione di chi ascolta, interpretando i personaggi, differenziando le voci...); Tanti Cosi Progetti ha scelto di proporla attraverso quello che è il suo linguaggio, il suo modo di rivolgersi al pubblico per il quale l'attore in scena agisce e interagisce con tanti elementi, manipolandoli e giocando con essi.

Biglietti: da 4 a 6 euro.
Info: 0543/64300 e www.accademiaperduta.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -