Forlì, al 'Mega' Giordano Conti presenta "La città del buon vivere"

Forlì, al 'Mega' Giordano Conti presenta "La città del buon vivere"

FORLI' - Appuntamento al MenoUnoMega domani, giovedì 10 dicembre, con Giordano Conti che presenta il suo libro "La città del buon vivere" alle 17.30. Superando i dogmi del tecnicismo e delle indagini autoreferenziali, Giordano Conti delinea in questa conversazione/intervista con Gaddo Morpurgo, il modo di utilizzare Cesena come paradigma della "città del buon vivere". Città possibile, vera, non astratta concezione o idea.

 

La cartografia del paesaggio contemporaneo appare costellata da città senza nome orfane di una definizione condivisa in cui diverse soggettività possano riconoscersi e trovare cittadinanza.

Nella "città bella" di Cesena dove Conti è stato assessore, dirigente politico e sindaco ciò non è accaduto perché l'idea di fondo, che ha guidato la crescita e trasformazione di questa città, è stata la città del buon vivere.

 

Il libro

La città del buon vivere è il secondo volume di "Interviste", la collana curata da Gaddo Morpurgo e Stefania Scaradozzi, che nasce dall'idea di una conversazione tra due persone che riflettono sui molteplici significati delle scelte che caratterizzano le singole esperienze progettuali. Domande e risposte che costruiscono un breve racconto per capire il senso delle cose che ci circondano. Domande e risposte che indagano sui confini di quelle discipline che hanno la potenzialità di migliorare il nostro modo di vivere e relazionarci. "Interviste" è una collana dedicata ad architetti, progettisti, designer e studenti delle relative facoltà universitarie ma anche a chi ha ancora la curiosità di capire

 

 

L'AUTORE

Giordano Conti, nato nel 1948, è laureato in Architettura all'Università di Firenze e in Discipline delle arti, musica e spettacolo all'Università di Bologna.

 

Ha una lunga esperienza professionale, con specifico riferimento ai temi del recupero edilizio, urbano e territoriale e della riscoperta, nelle regioni italiane, dei materiali e delle tecnologie tradizionali. In questo ambito ha scritto numerosi libri: Città e territori della cultura (1990), La nuova cultura del recupero (1995) e, in collaborazione, Per una lettura operante della città (1980), Il luogo e la continuità (1984), La lettura del territorio (1986), Dentro il territorio (1988), Il recupero dell'edilizia rurale (1990), La Biblioteca Malatestiana di Cesena (1992), Il progetto di ristrutturazione, 2 voll. (1996-2000).

 

Direttore per molti anni della Scuola Edile di Forlì, è attualmente professore a contratto presso la facoltà di Architettura dell'Università di Bologna.

 

Assessore ai Lavori Pubblici e alla Cultura del Comune di Cesena tra il 1980 e il 1990, è stato eletto Sindaco di Cesena nel 1999 e rieletto nelle elezioni amministrative del 2004.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -