Forlì, albero di Natale. Fabbri (Sel): "Non tutto può essere demandato a bando pubblico"

Forlì, albero di Natale. Fabbri (Sel): "Non tutto può essere demandato a bando pubblico"

FORLI' - Un  albero di idee, di coinvolgimento dei  bambini, dei concittadini più giovani. Sono passati un po' di anni da quando l'albero di Natale della nostra piazza accolse le tantissime palline  con i pensieri dei bambini delle nostre scuole elementari sulla pace, sull'ambiente.  Ricordo che in quell'anno l'amministrazione comunale di Forlì adottò  la scelta dell'utilizzo del biodiesel per tutte le auto e mezzi del Comune.  Si fece un progetto , coinvolgente ed ecologico, con  Forlì Bike (biciclette a disposizione dei cittadini in quattro punti della città) che coinvolse i detenuti del nostro carcere forlivese "La città dentro il carcere".  Solidarietà, rispetto dell'ambiente e pace, quella pace che tanti altri bambini nel mondo non possono godere.

 

Sono temi che tutt'oggi hanno la necessità di essere presenti e stimolo continuo nelle parole, nei pensieri e nelle  azioni, così, come a onor del vero, in altre occasioni è avvenuto.

 

Non so se si possa chiamare spiritualità o più semplicemente emozioni quelle che anche una laica non cattolica -  così sono io - , sente nelle giornate che avvicinano al Natale. Forse è il riemergere di  ricordi  del periodo della propria infanzia o  forse, altrettanto vero, è il sentire  la natività  nei suoi aspetti  di vita terrena e il bisogno di pensarla migliore  per rispetto , democrazia e libertà.

 

Ecco perché penso che amministrare significa assumersi la responsabilità  del messaggio culturale che  anche in questi momenti  si manifestano. Anche il Natale è un occasione per comunicare un idea della vita,  un idea del diritto all'eguaglianza, un idea del rispetto delle diversità, un bisogno di conoscere l'altro e, comunque, di   rispetto reciproco.

 

Fra le tante problematiche e impegni gravosi nel paese e nella città, intervenire sulla questione della piazza a Natale può sembrare davvero riduttivo rispetto all'impegno  e all'attenzione che, invece,  si deve ad un momento  così delicato in cui il  Natale è forse l'ultimo dei pensieri per chi fatica a raggiungere con il proprio stipendio ( o non stipendio)  il fine mese, ma spesso ogni scelta fotografa un indirizzo metodologico e di contenuto più generalizzato. Non tutto può essere demandato a gara o bando pubblico.

 

Marisa Fabbri, (Sinistra Ecologia e Libertà)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -