Forlì, albero di Natale. La Lega Nord: "Bando pieno di burocrazia"

Forlì, albero di Natale. La Lega Nord: "Bando pieno di burocrazia"

Forlì, albero di Natale. La Lega Nord: "Bando pieno di burocrazia"

FORLI' - "Il bando per l'albero di Natale, qualora ce ne fosse bisogno, mette in luce la comicità e la tragicità di questa giunta di professori. A parte il fatto che qualsiasi altra cosa sarebbe certamente meglio dello scempio dell'anno scorso; quest'anno si ricorre addirittura ad un bando pubblico corredato da mille aspetti burocratici e tecnici che solo un' azienda di medie dimensioni può metterlo in opera, la cosa i sembrerebbe molto più complicata per i singoli cittadini": è la critica che viene dalla Lega Nord.

 

Parlano i consiglieri leghisti in Comune Francesco Aprigliano, Massimiliano Pompignoli e Paola Casara: "A meno che, a pensar male... non si sappia già quale sia l'azienda o le aziende che potrebbero sfruttare il Natale per farsi pubblicità. Oppure chi può sapere, magari la solita compiacente associazione di categoria? o cooperativa? Magari chiediamo un impegno finanziario al nascente centro commerciale di via punta di ferro. Potrebbe essere un buon inizio per recuperare le figuracce e gli affronti fatti alla città".

 

Attaccano i tre: "Un solo dato è certo, BALZANI tira fuori solo 5.000 euro. Cinquemila? Si, il Natale, il centro storico, il turismo, per la giunta Balzani tutto questo vale 5.000 Euro. E allora viene spontaneo interrogarci; ma con i migliaia di euro spesi per tutte le consulenze legali per SAPRO e per tante altre partecipate del Comune quanti alberi avremmo potuto permetterci? Nel bando, si è voluto escludere dalla partecipazione le forze politiche, con il chiaro intento di escludere le forze di opposizione e soprattutto la Lega Nord dalla competizione. Si è voluto scaricare sulla città gli oneri di un allestimento natalizio che la giunta Balzani ha già dato prova di non saper adeguatamente offrire".

 

"Si è voluto ancora una volta scaricare responsabilità e doveri che invece dovrebbero essere a carico di chi ricopre il ruolo di assessore. Avremmo di certo apprezzato un po' più di coraggio da chi pur di non affrontare la realtà, fugge dalle proprie responsabilità. Avremmo preferito che si fossero tagliate le consulenze inutili e gli sperperi e si fossero recuperati adeguati fondi per dare alla città, almeno a Natale lo splendore che si merita e che meritano i suoi cittadini".

 

"Avremmo preferito investimenti adeguati su tutto il centro storico, tali da attrarre dai comuni vicini visitatori e cittadini, invece, come al solito, la tristezza politica della giunta Balzani farà in modo, anche quest'anno, siano i forlivesi ad essere costretti ad andare in comuni limitrofi per trovare ciò che da troppo tempo a Forlì non c'è più", conclude la Lega Nord.

Commenti (8)

  • Avatar anonimo di materazzi
    materazzi

    Non credo che anche l'albero di Natale debba per forza avere una collocazione politica, in un paese dove per usi e tradizioni si è sempre fatto lascerei fuori le scaramuccie di partito e le varie disquisizioni sui pagani, teutonici e nordeuropei e mi attiverei per addobbare la piazza con un semplice e illuminato abete che appianerebbe ogni controversia. Questa giunta è disarmante per la pochezza che sa esprimere, non conta destra , sinistra, centro o altro ma non si può negare che le sparate del Sindaco e dei soliti assessori lasciano quantomeno disorientati. Viene naturale pensare che problemi ben più importanti dovrebbero portare via tempo ai nostri politici, perdere ore e minuti per queste ridicole iniziative allontana sempre più la gente dalle istituzioni e creano un malcontento generale Mi auguro solo di non vedere alla fine un bel alberone che al posto della stella porta il logo ........ , sarebbe veramente la fine. Che mestizia vivere in questa città.

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    "un bando pubblico [...] che solo un'azienda di medie dimensioni puo' metterlo in opera" Oltre che con la burocrazia i leghisti hanno grossi problemi anche con l'italiano. Comunque era prevedibile, mi stupiva anzi il fatto che a metà ottobre non avessero ancora cominciato a lamentarsi per l'albero di Natale. Bene, mi godo lo spettacolo, prevedo grosse risate.

  • Avatar anonimo di stefano vitali
    stefano vitali

    Non ho capito. Nella Lega gli esponenti più popolari si sposano con rito celtico. Poi Cota diventa più cattolico del Papa annunciando a gran voce che le Rsu rimarranno nei magazzini. Ora invece vogliono festeggiare l'antica festività pagana dei saturnali addobbando un enorme conifera da porre nel mezzo della piazza....credendo di festeggiare la nascita di Gesù (la cui data di nascita fu fatta coincidere coi saturnali, Gesù poteva benissimo essere nato in estate). Essendo la maggioranza della popolazione cristiana...non si dovrebbe allestire un presepe? Qui sembra che siamo tutti teutonici, pagani o nordeuropei...

  • Avatar anonimo di steno
    steno

    Populismo Natalizio anticipato in salsa Padana! Benvenuti a Forlì!!!

  • Avatar anonimo di fabrizia brilli
    fabrizia brilli

    ... ma fare un normale albero di natale grande con tantissime luci e' fuori luogo, fuori moda... ???? non serve stupire... data la festivita'...

  • Avatar anonimo di stefano vitali
    stefano vitali

    Balzani: e regalaglielo 'sto (...... di) albero di Natale altrimenti frignano fino alla befana...

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    é semplicemente bellissima questa foto. Come lo è la nostra piazza. è stato divertente vedere tutti coloro che avevano sostenuto l'obrobrio creato anno scorso, andare a passeggiare e fare acquisti per i mercatini e piazze di altre città...Più dignitosamente ornate. A volte non serve stupire, a volte la semplicità e la normalità sono la cosa più bella.

  • Avatar anonimo di minotauro
    minotauro

    è proprio vero, è tutto tragicomico, e i leghisti con i loro interventi contribuiscono a rendere il tutto molto spassoso. complimenti.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -