Forlì, alla Fanzinoteca la Settimana della cultura forlivese

Forlì, alla Fanzinoteca la Settimana della cultura forlivese

Forlì, alla Fanzinoteca la Settimana della cultura forlivese

FORLI' - "L'Italia è un Paese dallo straordinario patrimonio artistico e culturale." Così inizialmente viene presentata la XIII Settimana della Cultura attraverso le pagine del sito ufficiale del Ministro dei Beni e Attività Culturali. È in questo nazionale patrimonio che si inseriscono gli oltre 5.000 pezzi dell'editoria fanzinara italiana, custoditi nell'Archivio della Fanzinoteca d'Italia (con sede presso la Circoscrizione 2 in Via E. Curiel, 51), pezzi che costituiscono l'unica importante raccolta di fanzine presenti in Italia.

 

All'interno di questo evento culturale nazionale, la realtà socio-culturale sempre più marcata della Fanzinoteca si inserisce in un mondo aperto per stimolare la socialità delle persone grazie alle stesse fanzine, pubblicazioni di appassionati, che come afferma l'esperto Gianluca Umiliacchi: "Ci insegnano come non sia la facciata che conta ma il valore interno di ciò che si propone". Questi i motivi che vedono nella Settimana Culturale propone dalla Fanzinoteca un'esposizione, allestita nei propri locali, di stampe del primo periodo, anni '60, testimonianza di una produzione unica e atipica che costituisce un'importante occasione di conoscenza e valorizzazione della stessa stampa nazionale.

 

La mostra fanzinografica nata con l'intento di rappresentare, almeno in parte, il grande valore culturale dell'editoria fanzinara italiana ha nell'amore per la ricerca e nella propria passione il filo conduttore di una cultura "estroversa" come solo quella fanzinara è in grado di proporsi. Il percorso espositivo si articola attraverso le tematiche quali la passione, la libertà di comunicazione, l'uso del supporto cartaceo, illustrando e rappresentando con documenti introvabili, altrettanti punti di osservazione su uno spaccato di vita socio-culturale del periodo e, tramite l'esposizione di pezzi unici, l'evoluzione delle tecniche di riproduzione delle stampe. 

    
"La settimana della cultura - dichiara il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Giancarlo Galan - è un'ottima occasione per tutti i cittadini di riappropriarsi del patrimonio artistico, visitando musei, siti archeologici e monumenti e riscoprendo, nel centocinquantesimo dell'Unità d'Italia, il senso profondo della propria appartenenza alla comunità nazionale". Infatti, si tratta di un tesoro dall'inestimabile valore socio-culturale, una fortuna che risulta ancora maggiore potendone godere gratuitamente durante la Settimana della Cultura, giunta alla XIII edizione, evento che ogni anno vede su tutto il territorio nazionale aprire le porte di musei, aree archeologiche, archivi, biblioteche statali e, da quest'anno anche la Fanzinoteca di Forlì. 

 

La Fanzinoteca d'Italia condivide a pieno gli intenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la stessa presentazione dell'evento si può leggere all'interno del sito, nell'opera di diffusione della conoscenza del patrimonio culturale per rendere i cittadini sempre più consapevoli e, quindi, sempre più rispettosi della immensa ricchezza socio-culturale del nostro Paese. Una cultura, quella dell'editoria fanzinara, non eclatante, troppo spesso poco evidente ad occhi non educati a scoprirla, per questo la Settimana della Cultura è la valida occasione per insegnare a vederla, invitando tutti ad osservare con più attenzione ciò che ci circonda.

 

Esporre i pezzi tra i più importanti di questo unico Archivio italiano significa anche offrire uno spaccato significativo della cultura alternativa italiana, una cultura spontanea che trae linfa vitale dalla stessa passione. A riprova di quanto affermato sono i pezzi ciclostilati, serigrafati, fotocopiati e tipografici concernenti argomenti vari, dalla letteratura alla fantascienza, dalla poesia alla musica, dal fumetto alla mai art, e così proseguendo.  

 

"Per quello che è tra i più importanti appuntamenti del Ministero - dichiara il Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale, Mario Resca - abbiamo predisposto un ricchissimo calendario di incontri e manifestazioni che impreziosiranno la visita nei luoghi della cultura. Invito tutti a visitare il nostro sito per scegliere le proposte più allettanti e trascorrere i nove giorni più fortunati dell'anno".

 

Sono circa 300 le iniziative che avranno luogo fra il 9 e il 17 aprile, elencate in una pagina dedicata nel sito del Ministero per i Beni e le attività Culturali, alla voce Forlì, esclusi i comuni della provincia, se ne possono trovare solo 3, una la Biblioteca, una la Pinacoteca e, infine ma non per ultima, la Fanzinoteca d'Italia con sede a Forlì che, ritengo utile ricordare, è stata inaugurata solo 6 mesi fa.

 

La Fanzinoteca promuove e realizza interventi specifici per la tutela e la valorizzazione dell'editoria fanzinara italiana. Tale editoria costituisce una fonte cospicua per la storia socio-culturale nazionale ed è anche una testimonianza fondamentale per i trascorsi giovanili dei vari professionisti attuali. La Settimana della Cultura è una valida occasione per darne conto nonché per presentare i progetti in corso e futuri della stessa Fanzinoteca.


La "Biblioteca delle fanzine" realtà unica in tutta Italia, è un luogo dove si respira una cultura povera ma viva, la vera cultura popolare, quella realizzata senza alcuna pretesa se non quella di comunicare e confrontarsi sulla propria passione. Uno spazio allestito per tutti coloro che desiderano conoscere e approfondire il tema e la realtà sull'editoria fanzinara nazionale, una specifica e concreta struttura adibita per l'erogazione di servizi unici, supportati da persone esperte del settore, come lo stesso esperto fanzinotecario.
Per informazioni fanzinoteca@fanzineitaliane.it - www.fanzinoteca.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -