Forlì, alla Festa Democratica anche Pier Luigi Bersani

Forlì, alla Festa Democratica anche Pier Luigi Bersani

Forlì, alla Festa Democratica anche Pier Luigi Bersani

I riflettori della politica nazionale puntati su Forlì a luglio. L'occasione sarà la Festa democratica di Forlì, che quest'anno tornerà, dopo molto tempo, ad ospitare una festa nazionale, quella del forum "Nuovi linguaggi e nuove culture", che porterà alla festa (in programma dall'1 al 18 luglio in piazzale Berlinguer al Ronco) molti personaggi e volti noti della politica nazionale e del Partito Democratico. A cominciare dal segretario nazionale Pier Luigi Bersani

Il segretario sarà preceduto da Gianni Cuperlo, Pippo Civati, Debora Serracchiani, Vincenzo Vita e Nicola Zingaretti.

Nel corso della Festa si tratterà sia di temi nazionali che delle più stringenti questioni locali, a cominciare dalle dinamiche di area vasta, per proseguire con sanità, infrastrutture, mobilità, banda larga, il futuro delle giovani generazioni, i problemi del lavoro.

La festa si concluderà in grande stile con la partecipazione di Pier Luigi Bersani, segretario nazionale del Pd, che presenterà a Forlì il suo libro "Per una buona ragione" e affronterà in un dialogo assieme al segretario territoriale del Pd forlivese, Marco Di Maio, e al sindaco di Forlì, Roberto Balzani, le questioni di attualità e non solo. Il tutto con una intervista a più voci condotta da Marco Damilano, firma di punta del settimanale "L'Espresso".

"Quest'anno la Festa presenta un programma di iniziative e manifestazioni politiche senza precedenti - fa notare Marco Di Maio -. Avremo importanti personalità della politiche nazionale ma soprattutto importanti rappresentanti di quella che è la nuova generazioni di protagonisti che vogliamo costruire, per migliorare la politica, farla crescere nei territori e portare a livello nazionale il cambiamento che serve all'Italia. Senza rimanere sugli slogan ma entrando all'interno dei problemi, delle prospettive e delle nostre proposte".

Non è un caso che il Forum nazionale del Pd "Nuovi linguaggi e nuove culture" abbia scelto Forlì per svolgere la sua festa nazionale. "Quest'anno, forse per la prima volta, si è colto il grande valore e la straordinaria importanza dei nuovi mezzi di comunicazione - dichiara Pippo Civati, responsabile del Forum -, a cominciare dalla rete, a servizio della politica, non solo come strumenti, ma come occasioni per un radicale cambiamento culturale, anche nel nostro Paese. Dalla Milano di Pisapia ai referendum, i giovani sono stati protagonisti e con loro un nuovo modo di intendere la campagna elettorale, che muove "dal basso" e che punta tutto sulla partecipazione e sulla condivisione. Dall'I care, ha detto qualcuno, all'I share".

Non mancheranno la tradizione musicale e gastronomica romagnola, anche se sul fronte degli spettacoli ci saranno alcune novità come la serata dedicata al cabaret (15 luglio), quella su "Forlì città aperta" (spettacolo sull'integrazione, l'11 luglio) e soprattutto il grande recital del comico Vito (8 luglio). Suggestiva anche lo spettacolo del 13 luglio di 'Artenovecento' con parole e canzoni di Fabrizio De Andrè e intitolata "In direzione ostinata e contraria".

Sul piano politico sono tanti gli appuntamenti importanti, di cui segnaliamo i principali. Il 4 luglio si parlerà di infrastrutture, mobilità e banda larga assieme all'assessore regionale Alfredo Peri. Il 5 luglio si parlerà di politiche di Area Vasta con il presidente della Provincia, Massimo Bulbi, e il gruppo consiliare del Partito Democratico.

Il 6 luglio riflettori puntati sulle politiche sociali con la consigliera regionale Anna Pariani (responsabile regionale Welfare per il Pd) e il vice presidente della Provincia, Guglielmo Russo. Il 7 luglio focus su Scuola, università e formazione con l'assessore regionale Patrizio Bianchi e le proposte per costruire una scuola di qualità.
L'8 luglio serata dedicata al 150esimo dell'Unità d'Italia, con un dialogo-intervista assieme a Gianni Cuperlo, parlamentare e responsabile del centro studi del Pd.

Il 9 luglio serata tutta dedicata all'innovazione e alla tecnologia messa al servizio della politica, con la riunione del Forum nazionale Nuovi Linguaggi e Nuove Culture alle 18, guidato da Pippo Civati, e con una manifestazione alle 21 dal titolo "Forlì chiama Milano". Si parlerà di come Giuliano Pisapia e il centrosinistra hanno vinto a Milano e di come quel successo può fungere da modello per vincere le prossime elezioni politiche. Ne parleranno Pippo Civati e i responsabili della campagna elettorale che ha portato al successo Pisapia.

Appuntamento particolarmente atteso il 10 luglio, con una serata in cui si parlerà dell'Alternativa, della nuova generazioni di protagonisti che il Partito Democratico sta promuovendo. A Forlì alle 21 salirà sul palco Nicola Zingaretti, presidente della Provincia di Roma e volto che incarna il futuro del Pd e di una nuova classe dirigente, che a partire dai territori da crescendo. Assieme a lui dialogheranno sul futuro dell'Italia, sul Pd e sulle proposte per l'alternativa il segretario regionale Stefano Bonaccini e quello territoriale Marco Di Maio.

Si parlerà di sanità l'11 luglio con l'assessore regionale Carlo Lusenti, che assieme a Guglielmo Russo (vice presidente della Provincia) e a al responsabile nazionale del Pd per la Sanità, Paolo Fontanelli, incontreranno la sanità forlivese e tracceranno le linee guida per il futuro del sistema sanitario locale.

Il 15 luglio riflettori puntati sui giovani e sul futuro, con Debora Serracchiani, che assieme a tante ragazze e ragazzi si confronterà con loro su come trasformare l'Italia in un paese per giovani. Assieme a lei il segretario territoriale del Pd forlivese, Marco Di Maio, e quello regionale Stefano Bonaccini.

Il 16 luglio si discuterà di informazione, libertà di stampa e legge bavaglio con un tavolo di relatori di tutto rispetto. Sarà presente anche il senatore Vincenzo Vita, parlamentare del Partito Democratico particolarmente impegnato sulle questioni che riguardano la Rete e l'informazione. L'occasione sarà la presentazione del volume di Antonio Tursi "Politica 2.0. Blog, facebook, wikileaks: ripensare la sfera pubblica". Con lui sarà presente anche il consigliere regionale Thomas Casadei e il professore Cristian Vaccari (Università di Bologna).

Il 18 luglio gran finale dalle 18 con l'arrivo di Pier Luigi Bersani, quindi alla sera la presentazione del libro "La mia vita", su Giorgio Zanniboni, che presenterà il volume assieme a Marco Di Maio e Roberto Balzani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -