Forlì, alla scoperta dei segreti del Borgo di San Pietro

Forlì, alla scoperta dei segreti del Borgo di San Pietro

Forlì, alla scoperta dei segreti del Borgo di San Pietro

FORLI' - Divino Gusto, la festa del Borgo San Pietro in programma domenica 10 ottobre, non è solo degustazione di vino e antiche atmosfere. Ampio spazio verrà dato alla cultura e alla riscoperta dei tesori nAscosti del nostro centro grazie alle esclusive visite guidate tra le vie del borgo.  Sarà l'austera facciata della Chiesa del Carmine a fare da sfondo alla partenza, prevista per le ore 10.30, della visita guidata condotta da Serena Vernia.

 

L'edificio è ornato dal mirabile portale marmoreo, realizzato nel lontano 1645 dall'artista veneto Marino di Marco Cedrini, un tempo collocato all'entrata del Duomo. L'interno della chiesa, in puro stile barocco, è fra i più belli che si conoscano in Romagna e fu realizzato, durante il rifacimento dell'antico tempio quattrocentesco, su progetto dell'architetto forlivese Giuseppe Merenda. La seconda tappa dell'iniziativa sarà la visita alla torre Numai, in via Pedriali, struttura di epoca medievale, completamente ristrutturata e rimaneggiata un'ottantina di anni orsono, e offrirà la possibilità di ricordare come Giulia Pedriali, l'ultima proprietaria, dispose per legato testamentario che divenisse la "Casa dell'Aviatore", allo scopo di onorare la memoria del marito Mario Fabbri.

 

Per questo oggi è la sede dell'Associazione Arma Aeronautica, sodalizio che manterrà la torre aperta al pubblico per l'intera giornata. Di fronte alla torre, nell'omonimo palazzo Numai, si potrà visitare il ricco e ben tenuto Museo Ornitologico "Ferrante Foschi", oltre che l'antico cortile, vera meraviglia del centro storico forlivese. L'attenzione dei partecipanti sarà successivamente calamitata dall'imponenza del campanile di San Mercuriale, terminato nel 1180, e dalla facciata della Basilica, il più antico edificio religioso esistente in città, che conserva sopra il portale la splendida sequenza del "Sogno e Adorazione dei Magi", opera del Maestro dei Mesi di Ferrara (1230 circa). Il percorso della visita proseguirà poi alla volta del settecentesco Palazzo Paulucci di Calboli, edificio nato dall'accorpamento di vari fabbricati preesistenti, e alla parte della Piazza interamente occupata dai Palazzi delle Poste (1932) e degli Uffici Statali (1938), esempi riconoscibilissimi di architettura razionalista, progettati da Cesare Bazzani.

 

La seconda visita guidata, prevista per il pomeriggio e condotta da Enrico Bertoni, inizierà alle ore 16.00 dall'inizio di Corso Mazzini, angolo viale Vittorio Veneto. In questo caso verrà presa in considerazione l'evoluzione del Borgo San Pietro fra l'Ottocento e il Novecento. Risale infatti al 1861 l'arrivo della ferrovia a Forli e l'avvio delle attività della Stazione ferroviaria e dello scalo merci. Fu questo un evento destinato a mutare la storia della città che seppe allora cogliere le opportunità offerte dal modo più rapido di trasferire merci e persone, favorite nello stesso periodo anche dalla realizzazione della rete tramvaria Meldola-Forli-Ravenna.

 

Fu cosi che si svilupparono le prime importanti aziende manifatturiere cittadine tra cui, per citare solo le più importanti, le filande Brasini e Maini, la Forlanini, la Bonavita, l'Eridania, la Becchi, l'Orsi- Mangelli e la Bartoletti. L'impulso dato alla vita economica cittadina consentì l'attuazione di importanti realizzazioni sociali e culturali, come le prime case popolari nell'attuale viale Matteotti, costruite giusto cento anni fa, per ospitare le famiglie bisognose che venivano a vivere e a lavorare in città, e l'Arena Forlivese, destinata nei mesi estivi a ospitare proiezioni cinematografiche e rappresentazioni teatrali.

 

Tanti i partner dell'iniziativa, tra cui, Associazione Culturale Borgo San Pietro, E' Sdaz, Poliedrica, AIS, Strada dei Vini e dei Sapori di Forlì e Cesena e l'Associazione Arma Aeronautica Sezione di Forlì. Il programma dei Borghi in Festa è realizzato con la consulenza di Marco Viroli e Gabriele Zelli. Un ringraziamento speciale va alla Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna, main sponsor di Forlì nel Cuore per l'intero anno e a Viaggi Ramilli e SEAF che hanno messo in palio per il concorso Il Borgo dei Desideri rispettivamente una Crociera Costa e Voli nelle principali capitali europee.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -