Forlì, appello dagli Stati Uniti contro la partenza dei Frati Cappuccini

Forlì, appello dagli Stati Uniti contro la partenza dei Frati Cappuccini

Forlì, appello dagli Stati Uniti contro la partenza dei Frati Cappuccini

FORLI' - Sarà la veglia di preghiera in programma questa sera, alle 20.30, nella chiesa francescana di Santa Maria del Fiore, a decretare l'avvio ufficiale della mobilitazione popolare contro la partenza dei Frati Cappuccini da Forlì. Il verbale dell'ultimo Capitolo ordinario dei Frati Minori Cappuccini dell'Emilia-Romagna, tenutosi il 27 aprile scorso a Gaiato di Pavullo nel Frignano (MO), pubblicato sul sito internet "www.frati.eu", è lapidario: "Piace al Capitolo che nel prossimo triennio il Definitorio provinciale, dopo averne verificato la fattibilità, chiuda il convento di Forlì", si legge.

 

"Non importa - si legge sulle pagine del Gruppo Facebook "Non vogliamo che vadano via i Frati da Santa Maria del Fiore" - cerchiamo di essere numerosi la sera del 14 giugno, per testimoniare con la nostra presenza reale l'affetto ai frati". Al termine della veglia, saranno disponibili i moduli per la raccolta firme presso amici, parenti e vicini di casa.

 

"Noi non molliamo - dichiara il capofila della protesta Davide Marchetti - con tre anni a disposizione può succedere di tutto". Nel frattempo, la gara contro il tempo per salvare la presenza dei Frati Cappuccini a Forlì, registra adesioni persino dagli Stati Uniti. Da Richmond, in Virginia, si fa vivo un antico frequentatore della parrocchia cappuccina. Franco Laghi, classe 1943, è cresciuto nel Gruppo di Azione Cattolica, per poi lasciare Forlì e l'Italia negli anni Settanta per motivi di lavoro. "Sono giunto negli Usa - scrive per posta elettronica all'amico Vanni Barzanti, un altro "ragazzo" di Santa Maria del Fiore - attraverso Brasile, Singapore e Australia. Sono il direttore per Usa e Canada della Bondioli & Pavesi".

 

E' un gruppo multinazionale, con sede a Suzzara, che produce e vende in tutto il mondo componenti tecnologici per qualsiasi esigenza di trasmissione del moto: alberi cardanici, scambiatori di calore, pompe di trasmissione, etc. Appena Laghi ha letto sulla Rete della chiusura di Santa Maria del Fiore di Forlì, ha avvertito un tuffo al cuore, come un pezzo della sua formazione umana che si dissolveva, per sempre. "Non ti nascondo - scrive sempre a Barzanti - che ci sono veramente rimasto male".

 

Ma che senso ha chiudere il convento, quando oggi, nell'opinione pubblica, i frati sono fra i pochi punti di riferimento spirituale e morale ancora inattaccabili? Dopo il rammarico, Laghi si lancia in alcune proposte veramente intriganti: "Non riescono a reclutare qualche frate di colore da trapiantare a Santa Maria del Fiore, un consacrato che in una certa forma sia un immigrato come loro? Quando tu pensi che la stessa via Ravegnana è piena di gente di colore (africani,cinesi,indiani etc.). Non ti sembra che queste nuove comunità possano avere il bisogno e la necessità di qualcuno di loro?" Altro che andarsene! "I responsabili regionali - conclude - dovrebbero invece potenziare una parrocchia come quella di Santa Maria del Fiore per divenire i leader nell'ambito della Chiesa per questa nuova gente che si affaccia al nostro mondo e...bada bene, saranno gli Italiani di domani!".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Piero Ghetti

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Ma insomma, è impensabile che i frati Cappuccini dopo secoli non siano più presenti in una città capoluogo di Provincia come Forlì... extracomunitari o no, prima di tutto la loro opera è utile ai forlivesi.

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    Tranquilli, rimarranno i sedicenti "difensori dei deboli" del PD forlivese a presidiare la città.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -