Forlì, appello dell'Ordine degli architetti: "Non demolite la Barcaccia"

Forlì, appello dell'Ordine degli architetti: "Non demolite la Barcaccia"

La Barcaccia in piazza Montefeltro

FORLI' - Petizione per salvare  il "parcheggione" di piazza Guido da Montefeltro. Sono già oltre cento le firme di architetti e studenti di architettura che chiedono di non procedere alla demolizione della ‘Barcaccia', il parcheggio in cemento a forma di arca che troneggia davanti al San Domenico. Il Comune ha intenzione di demolirlo per ripristinare gli antichi orti dei monasteri, ma per gli architetti si andrebbe a demolire una sorta di opera d'arte.

 

> SONDAGGIO: TI PIACE IL PARCHEGGIO MONTEFELTRO?

 

L'opera è firmata dal famoso architetto Maurizio Sacripanti. "A Forlì incombe il rischio reale che, con l'approvazione del piano urbanistico attuativo relativo alla piazza Guido da Montefeltro, sia demolita la piazza- parcheggio progettata dall'architetto Maurizio Sacripanti negli anni Ottanta", scrivono gli architetti sul sito internet dell'Ordine nazionale degli architetti.

 

Una colata di cemento mai amata dai forlivesi o opera d'arte? Gli architetti sono convinti: "Rispetto a quell'evento architettonico senza precedenti prese posizione Bruno Zevi "quando parcheggiare diventa uno spettacolo" che riconosce il valore della ricerca di Sacripanti in quanto "ha sempre scelto l'aggressività dell'avanguardia, rifiutando ogni spurio compromesso ambientistico".

 

E ancora: "La piazza si affaccia e si relaziona, attraverso varchi-percorsi, con un parcheggio "vero", che non scompare dominato dalle auto ma le avvolge entro blocchi e cornici di cemento configurando così una identità inedita di un nuovo codice linguistico di rilettura dello spazio-tempo come tempo nello spazio che caratterizza rapporti di fruizione non statici ma dinamici".

 

Per questo si chiede ora di promuovere  e non cancellare l'opera di Sacripanti, in funzione dello stesso Museo del San Domenico. Tuttavia, il sito internet degli Architetti di Roma bolla pesantemente l'intervento di demolizione come un "programma di speculazione che investe il centro storico della città". Il progetto in particolare prevede di naturalizzare l'area e ripristinare il disegno degli antichi orti dei monasteri, un tempo ospitati dall'area. Saranno però realizzati anche parcheggi sotterranei e una palazzina ad uso di servizi.

Commenti (14)

  • Avatar anonimo di richibi
    richibi

    un conto è la "barcaccia", un conto è il parcheggio in superficie. Hanno valori architettonici diversi. non ho mai particolarmente apprezzato il parcheggio in superficie anche se sarebbe utile contestualizzare questo progetto in un epoca in cui si cercava di "disegnare" anche gli spazi aperti, non solo gli edifici ma anche un parcheggio, in un epoca in cui il materiale piu espressivo e plastico era considerato il cemento armato, comunque attualmente il parcheggio verrebbe realizzato con autobloccanti "drenapark" e qualche alberello qua e la. Diverso è il discorso della "barcaccia" che è un segno forte architettonico che merita di essere conservato seppure con le eventuali modifiche imposte dalle nuove esigenze d'uso. credo sia necessario fermarsi un minuto e riflettere con serietà e senza furori ideologici su questo importante spazio della nostra città. Un'opera che in questo caso è anche un'infrastruttura, può essere adattata alle nuove esigenze d'uso senza ricorrere a dannose e costose demolizioni, cercando di salvaguardare il valore architettonico e testimoniale di questo "segno urbano forte". La Barcaccia è assolutamente già funzionale sopra e sotto, è una importante presenza moderna che fa da base, da "palcoscenico" al convento e alla Chiesa di San Domenico, che sono monumenti fiore all'occhiello della nostra città. Una commistione tra antico e moderno che va solo VALORIZZATA. Non facciamocelo ricordare dagli architetti di Roma, un po di orgoglio, cazzo!

  • Avatar anonimo di luca.p
    luca.p

    ...matteol concordo!...la ciminiera era archeologia industriale...oggi non sarebbe possibile abbatterla... ...sicuramente un parcheggio meno elaborato e meno costoso avrebbero potuto finanziare all'epoca tante opere che ad oggi a forlì non ci sono ancora...

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    luca.p, restaurare quello che c'era prima al posto del parcheggio sarebbe stato difficile: a quanto ricordo (ero un bambino) li' c'era un semplice piazzale sterrato (non mi pare fosse asfaltato) che quando pioveva si riempiva di pozzanghere, con una ciminiera in mezzo. All'epoca si sarebbe potuto invece fare un parcheggio molto piu' semplice ed economico, con piu' aree verdi e senza tutto quel cemento armato.

  • Avatar anonimo di luca.p
    luca.p

    ...eh eh eh...pensate se al posto dell'obbrobrio che per 30 anni ha deturpato la nostra città avessero restaurato quello che già c'era...un po come hanno fatto ora... ...chiedete elettori chi c'era all'epoca al governo della città e capirete forse da dove traggono le nostre radici... av salut

  • Avatar anonimo di Fabrizio
    Fabrizio

    Vista questa sparata gli architetti dovrebbero fare 'ordine' all'interno di loro stessi.....

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Inutile commentare le frasi degli architetti, che usano gli stessi termini di quelle di un PR da discoteca (spazio-tempo, percorsi, identità, rilettura, fruizione, dinamici...) e sono ben oltre il ridicolo. Il problema del parcheggio cosi' com'e', che nessuno ha ancora sollevato, e' che e' FATTO MALE dal punto di vista funzionale: tutti quei grossi blocchi di cemento non servono a nulla se non a rigare le macchine (i segni di vernice sono centinaia) e ad occupare spazio, e sicuramente tutti noi ci abbiamo inciampato almeno una volta. L'usura del tempo lo sta inoltre sgretolando e disfacendo in malo modo. Quel parcheggio va demolito e rifatto per motivi pratici, piu' che per una questione estetica che comunque esiste (ma in quella piazza sarebbe da demolire anche l'orrendo palazzo dell'ENEL, un vero pugno nell'occhio).

  • Avatar anonimo di oOoOoOoOo
    oOoOoOoOo

    Quel parcheggio è veramente imbarazzante !!... credo che la soluzione di interrare i parcheggi e riportare a VERDE quella macchia grigia che pochi invasati chiamano opera d'arte, sia una gran cosa... e poi è in via di ultimazione il parcheggio da 400 posti vicino al parco urbano e a due passi dal centro; quindi quella colata di cemento oltre che degradante diverrà anche inutile!

  • Avatar anonimo di schietto
    schietto

    @Stufo e pirpa. Comunque ogn itanto basterebbe leggere: "Il progetto in particolare prevede di naturalizzare l'area e ripristinare il disegno degli antichi orti dei monasteri, un tempo ospitati dall'area". Anche l'assessore lo dice: "Forlì, parcheggio Montefeltro. L'assessore: "Speculazione? Ci facciamo un prato". Lo demoliscono per farci un giardino... Il nuovo parcheggio previsto è sotterraneo e non lo pagherà il comune. è difficole pensare che sarà visivamente peggio di questo...

  • Avatar anonimo di pirpa
    pirpa

    Quoto Stuf@...è inutile spendere altri soldi....se proprio devono demolirlo che ci facciano un parco! Altri parchegi in centro per me sono inutili....il centro è da chiudere alle auto! @ pecoranera ....ancora con sti alberi di natale.....spero che le festività finiscano presto così riuscirai a metterti il cuore in pace!!!

  • Avatar anonimo di STUF@
    STUF@

    è vero, il parcheggio non è bellissimo! ma se il Comune deve demolirlo per costruirne un'altro, tanto vale tenere "la Barcaccia di Sacripanti". I soldi potrebbero essere utilizzati in altri modi, e poi non è detto che il progetto di sostituzione sia migliore, anzi, potrebbe riservare sorprese peggiori! Io non lo sostituirei.

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    Il parcheggio mi fa disgusto. Il pensiero dei soldi che son stati spesi o meglio, buttati,per un suo così breve utilizzo(in caso succedesse tutto ciò che è da programma) mi fa disgusto. L'aver sentito che il comune abbia risparmiato sugli alberi di Natale e che non batta ciglio di fronte alle cascate di soldi che se ne son andati per questo immondzzaio di parcheggio mi fa ancora più disgusto.

  • Avatar anonimo di schietto
    schietto

    Una sola cosa condivido: che il parcheggione ha l'aggressività dell'avanguardia, rifiutando ogni spurio compromesso ambientalistico... lo si vede bene!! magari si può iniziare a pensare seriamente a demolirlo, anche perché è un bruttisimo biglietto da visita per i turisti del san domenico, che si ritrovano una schifezza tale davanti all'ingresso

  • Avatar anonimo di annibale
    annibale

    E ancora: "La piazza si affaccia e si relaziona, attraverso varchi-percorsi, con un parcheggio "vero", che non scompare dominato dalle auto ma le avvolge entro blocchi e cornici di cemento configurando così una identità inedita di un nuovo codice linguistico di rilettura dello spazio-tempo come tempo nello spazio che caratterizza rapporti di fruizione non statici ma dinamici". QUESTO SI E' FATTO CON DELLA PORCHERIA!!!

  • Avatar anonimo di Federico
    Federico

    Ma è il primo d'aprile?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -