Forlì: armi clandestine, un arresto della Forestale

Forlì: armi clandestine, un arresto della Forestale

Forlì: armi clandestine, un arresto della Forestale

FORLI' - Con l'accusa di detenzione di armi e munizioni clandestine, gli uomini del corpo forestale dello Stato hanno arresetato un uomo nell'ambito di un controllo anti-bracconaggio compiuto nella campagna forlivese, nei pressi del bosco di Farazzano. Era un normale controllo, che i Forestali di Forlì e di Predappio stavano svolgendo, per la verifica di una segnalazione di bracconaggio. Dal controllo di un'abitazione rurale, abitata dalla famiglia di un 43enne, la scoperta.

 

Si trattava di un'arma di fabbricazione artigianale non denunciata all'Autorità di Pubblica Sicurezza. I Forestali hanno quindi deciso di approfondire il controllo e alle domande degli agenti l'uomo mostrava segni di nervosismo così che veniva decisa una minuziosa perquisizione per la ricerca di altri armamenti.

 

Dalla perquisizione è scaturita la presenza di 4 armi prive di matricola, munizioni, polvere da sparo ed anche punte di balestra, tutto non denunciato e quindi illegale. Tutto il materiale illegale è stato sequestrato: una canna per doppietta con castello, polvere da sparo, un fucile ad avancarica calibro 36, una palla di piombo per il caricamento del fucile ad avancarica, un fucile a doppietta calibro 28,  due punte per balestra, un fucile artigianale calibro 8, un fucile ad aria compressa, 117 cartucce a pallini, 21 cartucce a palla unica di vario calibro.

 

I Forestali dopo avere comunicato il fatto al pm Filippo Santangelo, hanno arrestato l'uomo per la detenzione di armi clandestine e lo conducevano alla Casa Circondariale di Forlì. Dovrà rispondere di una serie di reati relativi alla detenzione e alla fabbricazione di armi clandestine ed anche di ricettazione oltre a diverse contravvenzioni per la detenzione illegale di munizioni e polvere da sparo. 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovanni Naccarato, Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato in proposito ha dichiarato: "Il Corpo Forestale dello Stato è intervenuto per la salvaguardia della Sicurezza Pubblica, in relazione alle norme che regolano la detenzione e la fabbricazione delle armi e delle munizioni da sparo di cui al Testo Unico della Pubblica Sicurezza approvato con la legge 110/75 e seguenti modifiche."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -